Webp.net-gifmaker (2)
1946, SAN SEVERO REPUBBLICANA - La Gazzetta di San Severo
Cultura

1946, SAN SEVERO REPUBBLICANA

SCHEDA REPUBBLICA-MONARCHIA

di MICHELE MONACO

Il 1946 fu per San Severo un anno denso di grandi eventi. Nell’arco di tre mesi -aprile, maggio e giugno- si susseguirono fatti storici epocali. Il primo fu la libera elezione (avvenuta il 7 aprile) del primo Consiglio Comunale del dopoguerra. Subito dopo, a maggio, vi fu la smobilitazione di tutte le postazioni degli Anglo-Americani per il loro ritorno in Patria. Si concludeva, così, la permanenza degli Alleati iniziata nel settembre del 1943 quando entrarono in città per insediarsi nell’aeroporto di TORRE DEI GIUNCHI e utilizzare il nostro territorio come uno dei fronti strategici per la ricognizione aerea fotografica delle fabbriche di armi tedesche nel sud Europa.Lo sviluppo delle foto avveniva nelle aule dell’Edificio Scolastico ”E. de AMICIS”tramite la PHOTO INTELLINGENCE DIVISION, un nucleo di tecnici U.S.A.dediti alla cartografia piano-altimetrica.Ma gli avvenimenti che fecero grande clamore in città sarebbero arrivati nel mese di giugno. Infatti  il 2 giugno si svolsero contemporaneamente le elezioni per l’Assemblea Costituente e il REFERENDUM ISTITUZIONALE MONARCHIA-REPUBBLICA. Qui accadde qualcosa di clamoroso e di irripetibile: a San Severo si verificò una percentuale altissima di votanti,UN RECORD MAI PIÙ BATTUTO…PENSATE: IL 93,43%. Si recarono alle urne 22.313 persone(maschi 10.862 e donne 11.631) su un totale di 23.887 aventi diritto. 23 erano i seggi elettorali.Le donne del ‘46 furono le protagoniste dell’altissima affluenza alle urne. Una testimonianza al femminile venne descritta con queste parole: <<Le schede che ci arrivavano a casa e ci invitavano a compiere il nostro dovere le rigiravamo tra le mani e ci sembravano più preziose della tessera del pane. Stringevamo le schede come biglietti d’amore. Si vedevano molti sgabelli pieghevoli infilati al braccio di donne timorose di stancarsi nelle lunghe file davanti ai seggi…>>.I voti per la Repubblica furono 11.782 (53,6%), per la Monarchia 10.171(46,4%). San Severo scelse la Repubblica.L’esito del referendum Monarchia-Repubblica vedrà il cambio di piazza “VITTORIO EMANUELE II” con PIAZZA DELLA REPUBBLICA; corso “UMBERTO I” sarà corso GRAMSCI; da via CARLO ALBERTO si passò a via MARIO PAGANO e via CARLO EMANUELE diventò via DOMENICO CIRILLO. Questi ultimi sono stati due grandi protagonisti della Repubblica Partenopea del 1799. Nell’ottobre del 1946, la Giunta Comunale cambierà nome all’edificio scolastico “UMBERTO I”che  sarà intitolato a “EDMONDO de AMICIS”per commemorare il centenario della nascita del famoso scrittore. Infine,viale del LITTORIO sarà chiamato viale 2 GIUGNO.

gazzettaSSevero 400x400px