Webp.net-gifmaker (5)
La storia dell'ingegnere informatico foggiano Pasquale Puzio ideatore dell'ormai famoso "FANTAMASTER" - La Gazzetta di San Severo
Comunicati

La storia dell’ingegnere informatico foggiano Pasquale Puzio ideatore dell’ormai famoso “FANTAMASTER”

stadio monaco

Sono nato nel 1988 a Foggia e dopo i miei studi a Foggia, precisamente al Blaise Pascal, ho deciso di partire per Bologna per conseguire una Laurea in Informatica.

Poi quasi per caso mi e’ capitata una bella opportunita’ per fare un’esperienza di studio all’estero e sono partito verso la Francia, in particolare Nizza.

I primi mesi sono stati difficili ed impegnativi, ma dopo un po’ mi sono ambientato e siccome il posto mi piaceva e le opportunita’ lavorative erano ottime, decisi di rimanere per qualche anno in piu’ senza pensarci troppo.

Per quanto riguarda il progetto FantaMaster, tutto e’ iniziato circa 3 anni fa, mentre lavoravo ancora in Francia come ingegnere informatico.

Avevo trovato un gruppo di “compaesani” che volevano riprendere come me un bellissimo gioco della nostra adolescenza, il fantacalcio.

Allora ci siamo organizzati e dopo la consueta asta per formare le squadre fu come tornare adolescenti per qualche ora alla settimana.

Per chi non conosce il gioco, in realta’ e’ molto semplice: si fa un’asta con gli altri partecipanti per creare la propria squadra, poi ad ogni turno di Serie A si schiera la formazione e in base alla prestazione reale dei propri giocatori si ottiene un punteggio.

Da nerd quale sono, mi ero messo alla ricerca di un’app per smartphone specifica per il fantacalcio, che mi permettesse di tenere sotto controllo la mia squadra e di avere a portata di mano tutte le informazioni utili per il fantacalcio.

Incredibilmente, nonostante nel 2015 le app fossero gia’ diffusissime, per il fantacalcio non c’era niente di realmente fruibile. Allora ho avuto la pazza idea di lanciarmi in questo progetto: realizzare per conto mio cio’ che mi sarebbe piaciuto avere in quanto giocatore accanito di fantacalcio.

Dopo circa 6 mesi di lavoro frenetico fatto di notti senza sonno, pause pranzo saltate e weekend non goduti, nell’agosto del 2015 FantaMaster era finalmente disponibile gratuitamente (e lo e’ ancora) sull’App Store!

In tutta umilta’, devo riconoscere che non avevo nessun obiettivo imprenditoriale, e non ho neanche mai pensato ai risvolti economici di questa scelta, volevo semplicemente realizzare uno strumento utile a me e, magari, ad altri giocatori di fantacalcio appassionati come me.

Ed e’ qui che viene il bello! in pochi giorni i downloads iniziarono a schizzare alle stelle e raggiunsero le decine di migliaia. L’app evidentemente piaceva parecchio, a quanto pare non ero l’unico ad averne bisogno. Avevo indovinato l’idea!

Il progetto mi prese sempre di piu’ e continuai a lavorarci giorno e notte senza risparmiarmi. Dopo alcuni mesi i downloads e gli utenti continuarono a crescere.

A questo punto ero di fronte a un bivio, decelerare e continuare a gestire il tutto come un progetto part-time che poteva permettermi di andare qualche volta in piu’ al ristorante, oppure continuare a lavorare sodo e trasformare FantaMaster in qualcosa di piu’. Nel secondo caso pero’ sapevo che avrei avuto bisogno d’aiuto. Da solo non potevo farcela.

Per mia fortuna, dopo essermi consultato con amici e parenti e anche qualche pseudo esperto, scelsi la seconda strada, e dopo aver conosciuto su Internet il mio socio Marco Polidori, ci lanciammo insieme in questa avventura. Dopo poco tempo si uni’ a noi anche Amleto Giannini, un mio amico di adolescenza nonche’ foggiano come me.

All’inizio abbiamo dovuto affrontare tante difficolta’, e ancora oggi le affrontiamo quotidianamente. Infatti lavorando in posti distanti tra loro (lavoriamo tutti da remoto), a volte e’ difficile essere presi sul serio e competere con aziende piu’ strutturate.

Ma non ci siamo mai scoraggiati!

Dopo soli 2 anni, oggi siamo una realta’ affermata (la seconda in Italia in termini di utenti) e in continua crescita (quasi 1 milione di utenti registrati e 1.5 milioni di downloads), e siamo riusciti a creare una vera e propria azienda capace di fare concorrenza a dei giganti del settore, nonostante le risorse limitate.

Come accennavo, non e’ stato facile. Per parecchio tempo ho dovuto svolgere 2 lavori: durante il giorno ero un dipendente, poi la notte trovavo tutte le energie rimaste e facevo il programmatore per FantaMaster.

Fortunatamente questi sforzi sono stati ripagati ed ora ho potuto lasciare il mio lavoro per dedicarmi, assieme al mio prezioso team, full-time a FantaMaster, che oggi e’ una delle migliori app per il Fantacalcio in Italia.

Nel mio piccolo, credo di aver dimostrato che con tanto impegno, studio, sacrifici e anche un po’ di fortuna si possono ottenere grandi risultati, anche quando si viene da una provincia come Foggia che purtroppo in alcuni settori come quello della tecnologia e’ ancora indietro.

Cio’ che mi sento di dire ai giovani del territorio e’ che con Internet e i mezzi di comunicazione che ci sono oggi, le opportunita’ sono tantissime e basta solo saperle cogliere. Sicuramente servono anche competenze e un po’ di fortuna, ma in teoria tutto e’ possibile. Internet e’ ancora un posto dove regnano democrazia e meritocrazia.