Webp.net-gifmaker (5)
A Torremaggiore… Le banche e la politica! | La Gazzetta di San Severo
Comunicati

A Torremaggiore… Le banche e la politica!

20190803_112455

Le banche a Torremaggiore, come in altri paesi hanno un ruolo fondamentale nella società civile per il semplice fatto che gestiscono la parte economica dell’intera cittadinanza e di certo non lo fanno gratuitamente. I loro guadagni si basano su tre fattori: “giacenza, interessi e prestiti “. Il sodalizio tra le banche e la politica ha radici antiche ma nell’ultimo ventennio le due istituzioni si sono amalgamate così bene che a volte si fa fatica a distinguere un bancario da un politico. A Torremaggiore si vedono bancari che si defilano tra i banchi dei consigli comunali in doppiopetto e pochette, soppesando con aria di sufficienza le dinamiche politico-amministrative: e questo lascia da pensare. Tutti gli euro gestiti da un’amministrazione comunale passano attraverso la banca, di solito quella più popolare, compresi i finanziamenti regionali per le infrastrutture dove il ritardo della spesa, aumenta il tempo di “giacenza”, tutto a discapito del cittadino. Per un Comune passivo economicamente, costretto a chiedere “prestiti” alle banche, entrano in gioco gli “interessi”, dove l’aumento di un punto percentuale porta un maggiore guadagno alle banche. In un paese come Torremaggiore, ricco ma gestito male negli anni, un gesto di gratitudine da parte delle banche per gli utili fatti, potrebbe essere quello di dedicargli una rotonda,  oppure adottare il Monumento ai Caduti ottemperando al lavoro di restauro, cosa sicuramente gradita all’amministrazione e alla cittadinanza tutta.

PECUNIAE IMPERARE HAUD SERVIRE ADDECET.

(AL DENARO BISOGNA COMANDARE, NON ESSERNE SERVI)

Luigi Marangi.