Webp.net-gifmaker (5)
ACCUSE INFAMI CONTRO LA “GAZZETTA”: ANNULLATO IL FACCIA A FACCIA MIGLIO-BOCOLA | La Gazzetta di San Severo
Comunicati In evidenza Prima pagina

ACCUSE INFAMI CONTRO LA “GAZZETTA”: ANNULLATO IL FACCIA A FACCIA MIGLIO-BOCOLA

A18B8B04-7224-49EC-9457-0C688627BC3D
image003

La nostra testata giornalistica ha interpellato numerosi sponsor per organizzare un grande confronto pubblico a Piazza Carmine tra i due candidati a Sindaco che si contenderanno domenica prossima al ballottaggio il vertice di Palazzo Celestini. Un ulteriore servizio alla Città, dopo il dibattito tra quattro candidati a Sindaco del 23 maggio scorso con l’assenza anche lì senza attenuanti, perchè irrispettosa soprattutto nei confronti del pubblico e degli altri protagonisti, della candidata a Sindaco del Centrodestra locale. Siamo costretti ad annullare tutto, ivi compreso il previsto concerto di Orchestra e Coro “Città di San Severo”, per le accuse volgari ed infamanti nei confronti della nostra testata, dipinta come un organo d’informazione antidemocratico e di parte. E’ un’accusa che respingiamo totalmente al mittente e che è stata in queste ore ritenuta indegna ed inconcepibile da centinaia di persone di tutti gli schieramenti politici, ivi compresi numerosi elettori e rappresentanti dello schieramento di Centrodestra che, nel tempo, hanno avuto GRATUITAMENTE dal nostro giornale cartaceo e dal sito tutta l’ospitalità richiesta. A questo proposito invitiamo la Signora BOCOLA a chiedere direttamente non agli avversari ma ai suoi stessi alleati di Centrodestra se non è vero: chieda a quanti hanno guidato negli ultimi anni la LEGA sanseverese, FORZA ITALIA, FRATELLI D’ITALIA, a CIRO PERSIANO, ma anche a FORZA NUOVA e a tanti altri non certo alleati di MIGLIO e meno che mai del Centrosinistra. Hanno avuto centinaia e centinaia di comunicati e foto pubblicati sempre GRATIS e nel pieno rispetto della più assoluta imparzialità. È ovvio che in campagna elettorale tutti (non solo MIGLIO!) possono prenotare spazi autogestiti nei quali sono padroni di scrivere quel che vogliono e sui quali nessuno può eccepire alcunchè e senza che questo possa essere usato come accusa stupida, insensata e poco seria, atteso che l’Editore della Gazzetta ha una tipografia alla quale avrebbe potuto rivolgersi chiunque per la campagna elettorale. Non riconoscere neppure questo a chi ha un’impresa editoriale è offensivo per l’intelligenza delle persone e non merita neppure una risposta. Piuttosto BOCOLA rifletta sul fatto che in tutta questa campagna elettorale non ci ha mandato comunicati stampa, cosa che non le dà il diritto di affermare che la Gazzetta è schierata dall’altra parte…cosa doveva pubblicare IL NULLA??? Abbiamo continuato però a pubblicare GRATIS tutti i comunicati anche degli altri partiti di Centrodestra, cosí come quelli di MIGLIO, del Centronistra, dei 5 Stelle e delle liste Civiche, che vivaddio esistono e possono testimoniare se ciò è vero, svergognando coi fatti chi asserisce il contrario per mero interesse personale. Signora BOCOLA chieda piuttosto a MIGLIO quante decine di volte la Gazzetta ha attaccato la sua Amministrazione per cose ritenute ingiuste o fatte male!!! Per questo basta consultare la nostra raccolta degli ultimi cinque anni, che mettiamo a disposizione di tutti. Chi fa e sa fare politica non ricorre a mezzucci cosí inutili e settari per giustificare i propri evidenti limiti, capaci di arrivare persino a tentare di vietare alle persone di poter avere un’idea politica e di manifestarla anche pubblicamente, senza per questo coinvolgere testate giornalistiche e intere Redazioni che agiscono notoriamente senza alcuna interferenza dell’Editore. Chi dirige le testate cartacea e on line della Gazzetta e chi vi collabora da anni può testimoniare in qualunque momento di non aver mai subíto alcuna pressione editoriale su ciò che scrive e su ciò che liberamente pensa sul piano politico. Evidentemente certe persone non sanno che da tanto tempo in Italia di regimi non ce ne sono più e che la libertà di stampa, vivaddio, è abbondantemente garantita dalla nostra Carta Costituzionale. Tutta questa indegna gazzarra, comunque, non sposterà di un millimetro la correttezza professionale e la voglia di andare avanti A TUTTI I COSTI delle nostre testate, per cui chi la pensa diversamente se ne faccia una ragione e cerchi di trovare argomenti più seri per far cambiare opinione a una Città che ci ha sempre dimostrato stima ed affetto, affidandosi quoridianamente al nostro sito e settimanalmente alla Gazzetta cartacea per informarsi democraticamente e senza lacci e lacciuoli censori che qualcuno forse amerebbe ripristinare anche nella nostra terra. Dateci retta: non perdete tempo, perchè la Gazzetta non ha alcuna intenzione di fare passi indietro e fino a quando la gente di San Severo e dell’Alto Tavoliere lo vorrá, vivrà e lotterà senza quartiere contro chi, con modi subdoli e sciacallaggi travestiti da politica, intenderebbe reprimere forse per attuare più liberamente i suoi interessi, che SPERIAMO possano almeno coincidere con quelli della Comunità Sanseverese. Quanto all’annullamento del faccia a faccia di giovedí 6 giugno, che doveva tenersi a Piazza Carmine con l’ausilio determinante di tutti i Colleghi giornalisti disponibili, ce ne scusiamo con i nostri Concittadini, mentre non ce ne scusiamo con chi ha tentato di mascherare certi propri limiti e non l’ha meritato per scarsa propensione democratica e per una visione arrogantemente settaria della vita politico-sociale di San Severo, che avrà anche tanti difetti ma che ha sempre dimostrato rispetto per i diritti di TUTTI e per le iniziative che offrono un contributo sociale non indifferente, come nel caso della Gazzetta, cosa che affermiamo a testa alta contro chiunque abbia una opinione totalitariamente egoncetrica ed antidemocratica. Detto ciò, concludiamo ribadendo che alloquando ci pervenissero, per rispetto ESCLUSIVO della nostra professionalità e come quelli di tutti gli altri, pubblicheremo anche i comunicati di chi si è scagliato ingiustificatamente contro il nostro onesto, equidistante e rispettabile giornalismo fatto di 23 anni di sacrifici nell’interesse — VERO!!! — della nostra terra.
L’EDITORE, LA DIREZIONE E LA REDAZIONE
DE “LA GAZZETTA DI SAN SEVERO”