Webp.net-gifmaker (5)
Basket: 14 su 14! Il girone d'andata è da en plein per l’Allianz! - La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

Basket: 14 su 14! Il girone d’andata è da en plein per l’Allianz!

45740734524_ba61d415c2_b

Di Ciro Mancino 

Un girone da…vincente. Se venerdì era questo l’augurio, oggi ne abbiamo avuto la conferma; la Cestistica ha battuto la Globo Campi sul punteggio finale di: 79 – 60. Come si aspettava, la partita è stata subito in discesa per gli uomini di Salvemini bravi a non sottovalutare la netta differenza fisica ed anagrafica degli avversari. Straordinario, visto il distacco messo in atto, il gioco messo in mostra soprattutto nel secondo quarto con una prestazione impeccabile di Antonelli e Ruggiero su tutti. L’Allianz, dunque, chiude un girone da imbattuta facendo en plein e rendendo così soddisfatti il presidente Ciavarella in primis, l’intera società ma anche e soprattutto gli appassionati tifosi sanseveresi. La nostra sintesi:  

PRIMO QUARTO – Salvemini sa perfettamente che il maggior rischio per i suoi é di non avere un approccio psicologico gusto tale da indirizzare la gara verso la ‘strada’ giallonera. Ed è per questo che schiera i soliti cinque: Antonelli, Ruggiero, Stanic, Rezzano e Scarponi, mentre Tarquini propone Milosevic, Faragalli, Miglio, Scortica e Raicevic. Al dire il vero, i primi punti della gara vengono messi a segno proprio dagli abruzzesi con il primo canestro della Cestistica dai tre punti ad opera di Ruggiero solo dopo il 3’. Il divario fisico in campo è lampante ma dobbiamo essere onesti nel sottolineare quanto la giovanissima formazione avversaria stia giocando una egregia partita guidata dalla mano ‘elegante’ di  capitan Miglio. Il punteggio, però, è dalla parte dell’Allianz nonostante un inizio di partita decisamente…blando. 25 – 14. 

SECONDO QUARTO – Subito i primi cambi per i padroni di casa: Di donato e Sodero per Scarponi ed Antonelli. Una partita come questa, lo anticipavamo anche nell’articolo di venerdì, è la giusta occasione per sperimentare tattiche nuove o semplicemente per dare minutaggio a chi ha giocato meno (a Salvemini non piace definirli ‘titolari’ o ‘riserve’). Il campo, però, racconta di una partita a senso unico e lo si denota dall’impegno della capolista che si limita a fare il ‘compitino’ regalando in alcune circostanze azioni da applausi. Campli, dal campo suo, proprio non riesce ad imbastire una azione superando spesso persino i 24’’ a disposizione ed infatti i punti segnati in 10 minuti sono emblematici: 5. Si va al riposo lungo sul: 42 – 19.

TERZO QUARTO – Così come il primo quarto, a segnare il canestro di apertura è una bella tripla di Miglio, l’unico della Globo degno di nota. Al dire il vero in questo quarto, i ragazzini di Tarquini stanno collezionando più punti del previsto complici anche delle banali azioni manovrate dai ‘neri’. Ciò che sta mancando, a nostro parere, sono i tiri dai tre punti ed infatti si cerca sempre il ‘lungo’ sotto canestro per innescare un ‘uno vs uno’ sotto canestro sfruttando la poca prestanza fisica degli abruzzesi. Nonostante questo, Rezzano e co sono avanti sul: 58 – 39.

UTLIMO QUARTO – Questi ultimi 10 minuti servono solo per aggiornare le statistiche dei singoli e della squadra ed è importante accumulare punti e non prenderne per dimostrare, se ce ne fosse bisogno, tutta la solidità offensiva e difensiva. Questa Allianz, al di la della partita appena disputata (contro una formazione che già in partenza sapeva di perdere) è una squadra che ha veramente tutto: esperienza, maturità, forma fisica sempre al top, feeling tra i giocatori, empatia tra società e staff e un “Falcone e Borsellino” sempre presente. Insomma, gli ‘ingredienti’ per il salto di categoria ci sono tutti, per ora ‘accontentiamoci’ di un girone da…en plein. Risultato finale: 70 – 60.