Webp.net-gifmaker (5)
Bottino pieno per la Cestistica: 17/17 e Pescara è...avvisata! - La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

Bottino pieno per la Cestistica: 17/17 e Pescara è…avvisata!

f3fa8684d3e711dc83bb65411f1f9c54_w400

di Ciro Mancino 

Nemmeno il turno infrasettimanale riesce a mettere pressione alla capolista; l’Allianz vince contro Giulianova per: 75 – 68 e fa 17 su 17 mandando un messaggio chiaro ed inequivocabile al campionato ma anche e soprattutto ai rivali del Pescara. Mancano, infatti, solo tre giorni ad una delle sfide più importanti della stagione. Se gli uomini guidati da Salvemini dovessero uscire vincitori dal parquet del PalaElettra, il distacco dalle dirette concorrenti sarebbe abbastanza ampio tale da poter preparare tutte le successive partite con la massima tranquillità dal punto di vista mentale, ma con l’idea di dovere sempre lottare perché la vittoria non è mai scontata. Sulla gara appena conclusa, invece, c’è da segnalare l’esordio di Lorenzo de Zardo e come sempre le buonissime prestazioni di quasi tutto il roster sanseverese anche se sono da rivedere alcuni atteggiamenti avuti nei 20′ di gara. Complimenti, invece, a Giulianova che nonostante le tre sconfitte consecutive al primo quarto è andata addirittura sul +10 (una rarità al “Falcone & Borsellino) e alla super performance di Antonello Ricci, grande ex della gara. La nostra sintesi:

PRIMO QUARTO – Si parte con Antonelli, Rezzano, Stanic, Scarponi e Ruggiero per i padroni di casa e Azzaro, Angelucci, Ricci, Gobbato e Cardellini per gli ospiti. I primi colpi sono a tinte giallorosse soprattutto con due triple consecutive di un motivato ex Ricci. L’Allianz, per ora, si limita a controbattere gli efficaci attacchi di Giulianova, ma il gioco a tratti sembra confusionario con delle superficialità in fase di costruzione non da prima in classifica. Di contro, la squadra allenata da Cerare Ciocca è ben disposta in campo ed infatti gioca in scioltezza arrivando addirittura ad un più 10 sul finale del quarto che ha del quasi clamoroso qui al “Falcone & Borsellino”. Parziale di: 17 – 24.   

SECONDO QUARTO – Giulianova, al netto di quanto stiamo vendendo, muove velocemente il pallone, difende ad uomo attentamente e conclude con una precisione unica, mentre la Cestistica, sin qui, pare ancora non aver smaltito le fatiche di domenica contro Nardò. Le urla di Salvemini ed i cori degli ultras spingono i ‘neri’ a fare quello che nel primo quarto non hanno fatto: giocare come si deve. E’ vero, da questo roster ci si aspetta molto di più, ma quanto meno lo svantaggio è meno ampio. A metà quarto, c’è da segnalare anche l’esordio in maglia giallonera di Lorenzo de Zardo che si presenta con tre punti e…un fallo. Continua ancora a comandare Giulianova per 43 – 41. 

TERZO QUARTO – Al ritorno sul parquet l’Allianz dimostra subito che non è abituata a vedere gli avversari vincere. Ed infatti, iniziano ad arrivare i canestri della rimonta e del definitivo vantaggio ad opera di Rezzano, Ruggiero e Stanic. Giulianova, saranno le tre sconfitte conclusive, non ha intenzione di mollare nemmeno un centimetro e lo dimostrano le belle azioni che, in un modo o nell’altro, passano tutte dalle mani di Antonelli Ricci. Il terzo quarto, però, lo raccontiamo spesso è ‘giallonero’, il momento cioè più importante di tutta la gara e l’occasione giusta per lasciare indietro l’avversario ‘abbattendolo’ mentalmente. Ed il film non può che non essere questo: 8 i punti seganti da Giulianova in 10’,  22 quelli fatti San Severo. Ora, è tutta un’altra partita, ora è molto probabilmente…un’altra vittoria! Si va all’ultimo quarto sul punteggio di: 63 – 48

ULTIMO QUARTO – A differenza delle ultime due partite disputate, questi ultimi 10’ trascorrono in maniera più o meno tranquilla. Forse Salvemini avrà fatto notare ai suoi gli errori commessi contro Bisceglie e Nardò, ed è per questo che la gestione della palla è molto più curata senza subire grossi pericoli dalla formazione giallorossa mai doma. Dunque, da rivedere certamente i primi 20 minuti, ma quanto meno nessun finale al cardiopalma fino al suono della sirena che sancisce la diciassettesima vittoria consecutiva per la società guidata dal Presidente Amerigo Ciavarella. Punteggio conclusivo: 75 – 68.