ezgif-4-e332c829c4
CENTRO “L. EINAUDI”: DIPLOMAZIA CULTURALE E POLITICA DELLE DONNE RIEMERGONO IN FRANCIA - La Gazzetta di San Severo
Comunicati

CENTRO “L. EINAUDI”: DIPLOMAZIA CULTURALE E POLITICA DELLE DONNE RIEMERGONO IN FRANCIA

FOTO DELEGAZIONI ITALIANA E FRANCESE

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Era molto difficile pensare ad un’adesione della Francia all’Itinerario europeo “Le Vie di Carlo V”, per quanto possa essere ritenuta una ghiotta operazione culturale e di marketing, c’è comunque quella storia di acerrima rivalità tra i due sovrani: CARLO V e FRANCESCO I che avrebbe potuto pregiudicarne l’adesione anche a distanza di cinque secoli. Sappiamo quanto FRANCESCO I si doperò per ostacolare l’accerchiamento ai suoi domini da parte imperiale, tanto da evitare con qualsiasi mezzo che ciò avvenisse. Una storia che vide sempre coinvolta la CITTÀ DI SAN SEVERO, piccola, periferica, quasi fuori mano, eppure teatro di scorribande, palcoscenico inusuale di avvenimenti che ne facevano una co-protagonista, suo malgrado, di eventi più grandi di lei. E la Storia non finisce di sorprendere: da questa Città è partita l’iniziativa di realizzare uno dei più importanti OBIETTIVI della RETE europea. E’ stata messa in atto un’operazione di diplomazia culturale da due sanseveresi: il cav. ENRICO PALMIERI, che da oltre 60 anni vive a Bourg en Bresse senza mai recidere le radici con la Città che gli ha dato i natali, e il comm. ROSA NICOLETTA TOMASONE, Vice Presidente europea della RETE di Cooperazione dell’Itinerario “Le Vie di Carlo V”. A Bourg , ridente cittadina dell’antica Savoia, MARGHERITA d’Austria zia di CARLO V ha fatto costruire uno dei più bei monumenti all’amore: il Museo Reale di Brou in memoria del marito FILIBERTO di Savoia prematuramente scomparso e se il Museo-Monastero celebra con la sua maestosa e raffinata bellezza l’ardito gotico fiammeggiante, MARGHERITA racchiude rare virtù femminili che difficilmente albergano in una donna poco più che ventenne: sagacia, capacità di governo, raffinata abilità politica, amore per l’arte, il bello…la PACE. MARGHERITA d’Austria e MARIA LUISA di Savoia, madre di FRANCESCO I, decisero di dare ai loro popoli un periodo di Pace, firmarono la Pace di Cambrai (1529), detta proprio la PACE DELLE DUE DAME. Il 6 aprile 2018, nel nome di MARGHERITA D’AUSTRIA, nel Monastero Reale di Brou, la Municipalità di Bourg en Bress nella persona di GUILLAUME LACROIX, delegato alla cultura ed ai rapporti internazionali, e la delegazione di San Severo formata da ROSA N. TOMASONE, FRANCESCO TOTARO, componente del Comitato storico europeo della RETE, e DOMENICO VASCIARELLI, fondatore e segretario del Centro ‘Einaudi’, firmavano l’adesione ufficiale alla RETE. Erano presenti le Autorità, un folto pubblico ed ENRICO PALMIERI, Presidente dell’Associazione “Le Rondini Pugliesi”, che tanto ha fatto per rinsaldare il legame tra le “sue due patrie”. I Progetti partono già a maggio con un grande Convegno sulla Pace delle due Dame e questo è solo l’inizio, perché con la Cultura si promuoveranno i territori di appartenenza, con i loro prodotti enogastronomici e le loro tipicità artistiche, paesaggistiche, musicali… La Municipalità di Bourg e il Presidente PALMIERI hanno accolto i Delegati con squisita gentilezza nel segno dell’Amicizia. Con l’adesione della Francia si ridisegna la geografia della Rete e ciò non può che essere di ottimo auspicio. == ((NELLA FOTO A CORREDO, DA DESTRA: ENRICO PALMIERI E I TRE DELLA DELEGAZIONE SANSEVERESE CHE CONSEGNANO UNA TARGA RICORDO ALLA DELEGAZIONE FRANCESE)) ==
CENTRO CULTURALE
INTERNAZ. ‘L. EINAUDI’