Comunicati

ESPLODE BOMBOLA DI GAS IN UN’ABITAZIONE:INTERVENTO CORAGGIOSO DI DUE POLIZIOTTI

FOTO BOMBOLA GAS ESPLOSA

Nella mattinata dello scorso 6 novembre, una pattuglia del nostro Commissariato di Polizia è intervenuta presso un’abitazione di Via De Cesare, dove si era verificata l’esplosione di una bombola di gas. La pattuglia, coordinata dal neo-Dirigente del nostro Commissariato dr. CLAUDIO SPADARO, era composta dall’Assistente Capo ERNESTO DI SCIOSCIO e dall’Agente PIERLUIGI PAVIA. Giunti sul posto, dopo aver verificato che ben quattro persone erano rimaste tra le fiamme e le macerie dell’abitazione dove era esplosa la bombola, non esitavano ad entrare e l’Assistente Capo DI SCIOSCIO sottraeva ad una sorte probabilmente peggiore una donna di 46 anni rimasta intrappolata tra le fiamme e che aveva il volto coperto da gravi ustioni. Subito dopo i due poliziotti riuscivano a portar fuori dalla casa i due figli minorenni (di 15 e 17 anni) della donna ustionata che si trovavano in un’altra camera ed un loro amico straniero di 20 anni, affidandoli al personale del 118 appena sopraggiunto sul posto unitamente ad una squadra del Distaccamento cittadino dei Vigili del Fuoco.I due poliziotti contattavano poi l’Ufficio Tecnico Comunale per acclarare la totale inagibilità dell’abitazione ed una ditta per la rimozione dei resti della bombola di gas e di ciò che era andato distrutto per la tremenda esplosione. Appena possibile è arrivata sul posto anche la Polizia Scientifica per i rilievi del caso. Ultimato il servizio in Via De Cesare, la pattuglia di Polizia si è spostata al Pronto Soccorso del locale Ospedale Civile “Teresa Masselli” per sincerarsi delle condizioni della donna investita dall’esplosione, trasferita subito dopo al Reparto Grandi Ustioni degli Ospedali Riuniti di Foggia. Quanto all’accaduto, è stato stabilito con certezza che non vi è stato alcun dolo e che l’esplosione della bombola è stata assolutamente accidentale, provocata da una copiosa perdita di gas della bombola.

Relativamente a questo tragico episodio, va sottolineato il coraggio dimostrato dall’Assistente Capo ERNESTO DI SCIOSCIO egregiamente collaborato dal collega PIERLUIGI PAVIA; ad entrambi è giusto indirizzare un meritato plauso per lo zelo professionale dimostrato.