Webp.net-gifmaker (5)
Francesco Sderlenga sollecita la Regione Puglia ad assegnare alla provincia di Foggia gli altri ettari della ZES | La Gazzetta di San Severo
Comunicati

Francesco Sderlenga sollecita la Regione Puglia ad assegnare alla provincia di Foggia gli altri ettari della ZES

SDERLENGA

Il leader di Iniziativa Democratica Puglia-San Severo, Francesco Sderlenga sollecita la Regione Puglia ad assegnare alla provincia di Foggia gli altri ettari della ZES (Zone Economiche Speciali) “Adriatica”, dopo la riunione tenutasi con i comuni dell’Alto Tavoliere a San Severo.

È stato sottoscritto di recente, dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, il decreto di formale istituzione della ZES “Adriatica e Ionica”, che completa un lungo e articolato percorso tra Regione Puglia, Regione Molise (altra regione interessata dalla ZES “Adriatica”) e Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale. Ma non tutto il territorio regionale ha visto il completamento degli ettari assegnati, anche per un impegno poco energico della Capitanata.

<< Le Zone Economiche Speciali (ZES) hanno l’obiettivo di attrarre investimenti esteri o extra-regionali, attraverso incentivi, agevolazioni fiscali, deroghe normative e altri strumenti ammnistrativi. La Regione Puglia ha effettuato la perimetrazione delle zone e, su 4.450 ettari di aree ZES, in Puglia, solo 446 ettari, cioè il 10%, sono stati assegnati alla provincia di Foggia che rappresenta il 35% del territorio regionale. Ciò è quanto meno invalidante per la Capitanata che resta un vasto territorio ed è poco considerata dal governo regionale. Sarà anche perché è poco rappresentata nell’assise di via Gentile? >>

Sderlenga continua e incalza:

<< Pur entrando nel merito e riconoscendo che in Capitanata non c’è stata la giusta attenzione verso le manifestazioni d’interesse, ad esempio sono rimaste escluse grandi realtà come San Severo e Lucera. Bene ha fatto il sindaco Miglio a mettere insieme i rappresentanti del territorio, dell’Alto Tavoliere, affinché venga espresso un progetto completo e univoco. È chiaro che si devono tener conto dei parametri per i quali è stato firmato l’accordo per le ZES ma sarebbe opportuno che la Regione Puglia-Assessorato allo Sviluppo economico, fornisca ulteriori notizie in merito – ha concluso il leader di Iniziativa Democratica Puglia-San Severo – Come viene detto da via Gentile: “Sono ancora disponibili 261,10 ettari per la ZES-Adriatica e 88,85 ettari per la ZES-Ionica, a dimostrazione dell’ampia dotazione ancora utilizzabile”, auspico che vengano dati tutti i chiarimenti e il supporto utile alla predisposizione delle istanze e della documentazione richiesta affinché anche il Nord della Puglia sia tenuto nella giusta considerazione, come sottolineato anche da altri esponenti istituzionali del nostro territorio >>.

 

San Severo lì, 10 settembre 2019

 

 

Ufficio stampa Iniziativa Democratica per la Puglia – San Severo