Webp.net-gifmaker (5)
L'Allianz 'spara' il suo colpo per Capodanno; vince anche a Chieti per: 64 - 77 - La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

L’Allianz ‘spara’ il suo colpo per Capodanno; vince anche a Chieti per: 64 – 77

46464075551_78149a6aef_b

di Ciro Mancino 

L’Allianz ‘spara’, con un giorno di anticipo, il colpo per Capodanno e lo fa alla sua maniera, vincendo. I ragazzi di Salvemini battono l’Europa Ovini Chieti per: 64 – 77.  Una sfida tra ‘amici’, come è stata definita dall’ufficio stampa della Cestistica, che dal secondo quarto sembrava (e di fatto lo è stato) essere già scritta. Si chiude, così, il 2018 con altri due punti; un anno particolare soprattutto perché la società, i giocatori e l’intera città avrebbero potuto coronare il sogno del salto di categoria ed invece è arrivata la beffa di Montecatini che ha rimandato a mani vuote tutti. Anziché scoraggiarsi, però, il Presidente Ciavarella insieme a tutto lo staff giallonero ha persistito, lavorando nel nome della continuità e serietà, arrivando ad un risultato straordinario: San Severo è l’unica squadra ad essere ancora imbattuta in tutti i campionati di basket. Forse, ai più è un dato che potrebbe risultate insignificante, ma è la base da cui partire per arrivare fino in fondo alla stagione e, possibilmente, centrare la tanto sperata A2. La nostra sintesi:

PRIMO QUARTO – Di Carmine, Gialloreto, Di emidio, Ponziani e Gueye vs Antonelli, Stanic, Rezzano, Scarponi e Ruggiero. Inizia con questi uomini l’entusiasmante partita tra Chieti -Allianz. All’apertura, sembra quasi che le due squadre si stanno studiando; pochi punti e abbastanza falli. Nei minuti centrali e finali, però, iniziano ad arrivare i primi punti dai vari Gialloreto e Gueye per Chieti e dai soliti Rezzano e Ruggiero per la capolista. Il parziale è 16 – 18.

SECONDO QUARTO – Pronti via, Rezzano colpisce subito dai tre punti portandosi sul massimo vantaggio per San Severo (+5). Pochi secondi dopo lo imita Scarponi. Chieti sembra essere alle strette e Coen corre ai ripari anche se appaiono inutili. L’Allianz, già dal secondo quarto, fa capire in che direzione vuole mandare la gara e lo dimostra anche il (rassicurante?) vantaggio per: 22 – 40. Chieti, in 10 minuti, ha segnato solo 6 punti, l’Allianz invece, 22.

TERZO QUARTO – Anche se mancano 20′, è difficile sintetizzare una gara che, almeno dai numeri visibili su www.legapallacanestro.com, appare virtualmente chiusa. Lo spartito è quasi monotono nel senso che adesso è Chieti a fare la partita cercando di realizzare al meglio ogni azione (un parziale di 9-4 dopo 3′ giocati), ma deve fare i conti con l’esperienza della capolista San Severo che, di certo, sa come gestire un margine enorme. L’errore, infatti, per la squadra di Salvemini potrebbe essere quello di adagiarsi e di non essere performanti fino alla fine della gara. Abbiamo, però, detto “potrebbe” ed infatti si va all’ultimo quarto sullo schiacciante punteggio di 41-68.

ULTIMO QUARTO – Così come è successo contro Corato, la Cestistica riesce non solo a vincere (sembra quasi una ovvietà, ormai) ma anche a portare vari uomini in doppia cifra, il che non è un dettaglio da sottovalutare. Questa volta a superare i 10 punti sono: Scarponi (18), Rezzano (14), Di donato (12) Ruggiero (10). Numeri strepitosi, in un anno strepitoso a forti tinte giallonere. Fine partita sul punteggio di: 64 – 77.