Webp.net-gifmaker (5)
L'appetito vien mangiando, ma l'Allianz non è mai sazia! Superata anche Civitanova | La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

L’appetito vien mangiando, ma l’Allianz non è mai sazia! Superata anche Civitanova

51347994_2126728167394535_6840130972483059712_o

di Ciro Mancino

Se si dice che l’appetito vien mangiando, allora è altrettanto vero che questa Allianz ha ancora tanta fame. Anche questa domenica, come per le precedenti diciotto, la formazione giallonera ha ottenuto i due punti battendo questa volta la Rossella Virtus Civitanova per: 68 – 47. Una partita mai stata in discussione per gli uomini di coach Giorgio Salvemini che, dopo i primi dieci minuti di ‘studio’, hanno premuto sull’acceleratore soprattutto nel secondo quarto macinando bel gioco ed ottenendo così un buon distacco dagli avversarsi. Da segnalare, le prestazioni positive di Rezzano, Antonelli e Sodero mentre per il roster guidato da Piero Millina buone le statistiche finali di Andreani e Burini. 

 

PRIMO QUARTO – Solo una variazione nel quintetto sanseverese con Piccone al posto di Stanic, confermati invece Antonelli, Rezzano, Scarponi e Ruggiero, Civitanova invece opta per Pierini, Vallasciani, Mitt, Andreani e Burini. Per dimostrare la propria aggressività, l’Allianz parte forte con tre triple che non hanno l’effetto sperato. Al primo canestro della partita ad opera di Pierini, i neri rispondono con una azione magistrale conclusa da Antonelli e poi con Scarponi da sotto canestro. E’ una partita avvincente sotto ogni pinto di vista anche perchè gli avversari non restano inermi agli attacchi avversari e colpiscono con gli uomini migliori come Andreani e Burini. Proprio per questo motivo, il punteggio è in perfetta parità: 16 – 16. Per la Virtus, da segnalare i due falli già di Mitt. 

SECONDO QUARTO – Come si aprono questi 10’? Con due ‘bombe’ di Sodero prima e Burini poi ed una schiacciata dell’esuberante De Zardo. Al di là di questi dettagli che contribuiscono a rendere ulteriormente affascinante lo spettacolo, c’è da dire che la partita ancora non si è sbloccata del tutto o meglio, l’Allianz non sembra predisposta al contrattacco definitivo per mettere al ‘sicuro’ il match. A 5’ dalla fine, a smentirci categoricamente ci pensano i tre canestri dalla distanza di uno straordinario Sodero e di Scarponi con Civitanova che questa volta ci sembra in difficoltà. Parziale di: 35 – 22.

TERZO QUARTO – Il ritorno sul parquet dei gialloneri, a dire il vero, è abbastanza blando nel senso che dopo i due punti di Rezzano, Amoroso e Burini ne hanno approfittato per cercare di riequilibrare una gara abbastanza complicata. A cambiare l’inerzia, però, basta veramente poco come per esempio una tripla di Piccone e una infrazione di passi dell’esperto Ciccio Amoroso. Adesso, forse per il tranquillo punteggio, non è una bella gara e lo dimostrano i numerosi errori non solo da parte della formazione guidata da Piero Millina, ma anche della capolista con qualche azione conclusa in maniera troppo frettolosa e la conseguente ripartenza della Virtus. Si va a giocare l’ultimo quarto con il punteggio di: 54 – 38. 

ULTIMO QUARTO – E’ la frazione per provare i vari  Sodero, Piccone, Petracca, Di Lorenzo, Di donato e ci aggiungiamo anche Petrushevsk e Niro; l’occasione, come dicevamo anche nel nostro articolo pre gara, per far riposare i ‘titolatissimi’. L’attuale quintetto però, sebbene il punteggio parlasse da solo già nel secondo e terzo quarto, non tradisce le aspettative dello staff e dei tifosi soddisfatti e conclude azioni ben articolate, anche non manca qualche errorino. Nonostante questo, l’importanza delle statistiche e delle minuzie (che tanto piacciono al nostro allenatore) la situazione non cambia; a vincere è per l’ennesima volta San Severo su punteggio finale di: 68 – 47.