Webp.net-gifmaker (5)
Manutenzione del verde pubblico ancora carente. I cittadini chiedono all’assessorato di intervenire. - La Gazzetta di San Severo
Comunicati In evidenza Prima pagina

Manutenzione del verde pubblico ancora carente. I cittadini chiedono all’assessorato di intervenire.

pino con ramo spezzato

La questione del verde pubblico sembra “segnare il passo”: dalla manutenzione ordinaria, alla prevenzione della ricrescita delle erbe infestanti lungo marciapiedi e angoli della città che tra un mese diventerà rigogliosa, passando per la mancata piantumazione di alberi in diverse zone (in cui già era previsto), come largo Sanità o piazza Severino Leone; dallo cura di parco Banden Powell (ma sono stati piantati gli alberi di natale?) e della Villa comunale, passando per il cimitero. Alle palme, non deve mai mancare la profilassi fitosanitaria prevista dai protocolli, contro il “punteruolo rosso”. Anche i pini, richiedono manutenzione adeguata, per evitare che si ammalino o che i grandi rami, che oscillano durante le folate di vento forte, si spezzino e cadano pericolosamente al suolo (come quello vicino al bocciodromo di porta Foggia, proprio alla fermata degli autobus Acapt), magari, arrecando danno ai passanti od ai veicoli. Tanto vale anche per i residenti di piazza Ernesto Mandes (5 palazzi), sono sul “piede di guerra” per i danni provocati dai grandi pini che adornano la piazza stessa. In zona centralissima, la piazza era in uno stato di degrado, sistemata così com’è durante l’Amministrazione del sindaco, Giuliano Giuliani, ora vede marciapiedi divelti ed asfalto sopraelevato, danni provocati dall’apparato radicale superficiale degli imponenti pini (come quelli di viale II Giugno), situati nel perimetro della bella piazza cittadina, alle spalle del “vecchio” ospedale. “Non si può camminare più con le auto ed a piedi – hanno dichiarato i membri del comitato residenti – perché le radici dei pini ce lo impediscono. Radici che stanno affiorando anche negli scantinati dei palazzi e che sono causa di infiltrazioni. Ma è la sicurezza stessa degli alberi a preoccuparci. Invitiamo l’assessorato competente e le associazioni ambientaliste a venire a fare un sopralluogo e sostituire i pini con altri alberi che non provocano questi fenomeni. Una signora anziana è inciampata sulle mattonelle sconnesse sollevate dalle radici di un pino. Il verde è molto bello ma se fa danni non va bene: bisogna trovare una soluzione”.

Beniamino PASCALE

gazzettaSSevero 400x400px