Webp.net-gifmaker (5)
MARINA DI LESINA : SOPRALLUOGO AL “NOSTRO PONTE MORANDI”(PONTE PERICOLANTE IN LOCALITA’ PUNTA PIETRE NERE) – INCONTRO DELL’ASSOCIAZIONE PRO LESINA MARINA CON MEMBRI DELLA NUOVA AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LESINA. | La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina

MARINA DI LESINA : SOPRALLUOGO AL “NOSTRO PONTE MORANDI”(PONTE PERICOLANTE IN LOCALITA’ PUNTA PIETRE NERE) – INCONTRO DELL’ASSOCIAZIONE PRO LESINA MARINA CON MEMBRI DELLA NUOVA AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LESINA.

image2

Nei giorni scorsi ho scritto, per l’ennesima volta in questi anni, per segnalare e denunciare alle Autorità competenti il grave pericolo rappresentato dal PONTE DI PUNTA PIETRE NERE per i motivi di seguito riportati: a) Grande quantità di calcestruzzo ammalorato; b) Ferro di armatura quasi del tutto arrugginito e consumato; c)Mancanza di lunghi tratti di guardrail a protezione di un salto nel vuoto di 10 metri…con MORTE SICURA; d) Presenza di CAVITA’ immediatamente dopo l’attraversamento del ponte in direzione Lido Diamante.

Per questo, dopo l’incontro con la nuova Giunta del 12 Agosto scorso, ho chiesto un nuovo incontro all’Amministrazione Comunale per fare il punto sulla situazione del ponte ed arrivare ad una soluzione condivisa. Fino al 23 agosto mattina il ponte era ancora transitabile da autoveicoli e persone perché i “SOLITI IGNOTI/NOTI” avevano rimosso i massi di polistirolo rivestiti con 2 centimetri di calcestruzzo. Nel pomeriggio del 23 Agosto l’Assessora all’Ambiente CENTONZA con l’intervento dell’Ingegnere/Consigliere Comunale IPPOLITO ha provveduto ad iniziare una seria messa in sicurezza del ponte con le modalità suggerite nel Documento presentato alla Giunta il 12 Agosto dalla nostra Associazione. Ci tengo, solo per stemperare un po’ il tono molto serio, a raccontare quello che mi è successo l’altro pomeriggio. Appena ho saputo dell’intervento nell’area del ponte ho fatto un sopralluogo per verificare il lavoro fatto; nel corso del sopralluogo ho toccato involontariamente un alveare attaccato al ponte e sono stato assalito da centinaia di vespe ed ho dovuto andare più volte al pronto Soccorso. Per fortuna ho solo un braccio gonfio. Non posso che pensare alla VENDETTA DEL NOSTRO PONTE, che ha dovuto cedere alle mie continue segnalazioni. L’incontro si è svolto la mattina del 24 agosto alle ore 11.00 presso il PONTE. Per il Comune di Lesina erano presenti il dr. FRANCESCO SCHIAVONE, in qualità di Presidente del Consiglio Comunale, la Signora ELENA CENTONZA, in qualità di Assessora all’Ambiente, e l’ing. LEONARDO IPPOLITO in qualità di Consigliere ComunalePer l’Associazione alcuni membri del Direttivo ed alcuni Soci invitati. La situazione riscontrata sul ponte, dopo l’intervento eseguito dall’ing. IPPOLITO, è di seguito descritta: a) Gli accessi al ponte nelle due direzioni sono chiusi con massi di pietra di alcune tonnellateb)Tra i massi è stata interposta sabbia per chiudere meglio i passaggi. L’Ing. IPPOLITO conferma che il lavoro deve essere ancora completato a breve con l’interposizione di pannelli metallici ed Avvisi di divieto ben visibili; lo stesso Ingegnere ci ha mostrato la presenza di due telecamere vicine per individuare i responsabili di atti illecitiA nome dell’Associazione faccio presente: a) La chiusura del ponte è fondamentale per la sicurezza di Marina di Lesina; b)L’area del porticciolo non deve essere più porto franco dove chiunque pensa di poter fare quello che vuole senza essere punito; c)Devono essere perseguiti i responsabili dei lavori abusivi eseguiti questo inverno (prolungamento del Canale Acquarotta); d)Potrebbe essere opportuno per il Comune utilizzare il Servizio di Vigilanza Notturna esistente a Marina di Lesina, che è in grado di vigilare e segnalare in tempo reale ogni abuso; e)Ricordo il grave pericolo corso il 15 Agosto durante i fuochi artificiali. Da parte del Comune si fa presente quanto di seguito riportato: a)Gli Amministratori attuali non possono essere ritenuti colpevoli degli abusi fatti prima del loro insediamento anche se si attiveranno per colpire i responsabili; b)Saranno determinati nel vigilare con continuità sul territorio comunale; c)Disponibilità a lavorare in collaborazione con tutta la Comunità di Marina di Lesina per raggiungere gli obiettivi comuni.

COMMENTO — Ritengo che possiamo essere contenti dell’incontro anche perché in 12 giorni la nostra Associazione è riuscita ad avere due incontri con la nuova Giunta. Da parte nostra dovremo e saremo sempre vigili nel difendere il territorio di Marina di Lesina patrimonio di tutti. Purtroppo, nonostante il fatto che siamo operativi per il TREDICESIMO ANNO CONSECUTIVO tutti i giorni dell’anno, mi amareggiil fatto di leggere su qualche sito, da parte di chi dimostra chiaramente la NON CONOSCENZA DEI FATTI E DEL NOSTRO OPERATO, critiche alla nostra Associazione del tipo “DI PAROLE NE SPENDE TROPPE” … Approfitto per invitare queste persone ad unirsi a noi, se hanno voglia di lavorare per il bene comune di Marina di Lesina, invece di scopiazzare quello che noi produciamo e spacciarlo per lavoro proprio. Ritornando all’argomento che sto trattando, come ho detto in molte altre occasioni, per cambiare le cose e vivere tutti meglio è fondamentale operare sulle TESTE DELLE PERSONE … ma questa è l’operazione più difficile! Ecco un esempio fresco! Durante il nostro incontro, molte persone hanno scavalcato i massi ed hanno attraversato il ponte nonostante il nostro invito a non farlo … Mi ha colpito particolarmente un papà giovane con due bambine (la maggiore di non più di 6 anni) che decide di andare in direzione Lido Diamante attraversando il ponte sbarrato. Porta con sé anche un passeggino ed altra roba ingombrante … decide di scavalcare i massi a chiusura del ponte e porta dall’altra parte del primo sbarramento prima il passeggino e poi le bambine, che lascia incustodite accanto ai massi ed alla zona con guardrail mancante … poi porta il passeggino dalla parte del secondo sbarramento sempre con le bambine incustodite …quando torna gli dico che era pericoloso quello che aveva fatto e che il ponte non era aperto al transito ed era pericolante … l’unica risposta che è riuscito a darmi è stata quella di MANDARMI AL DIAVOLO (accanto a me c’era l’Assessora CENTONZA)Peccato!

 Marina di Lesina 24.08.2019

ing. ANTONIO PALMA

ASSOCIAZIONE PRO LESINA MARINA

image1

image2