Comunicati

MIGLIO CANTASTORIE INGANNA I CITTADINI

caposiena

SENZA I PIANI AMBIENTALI HA DISTRUTTO IL TERRITORIO CON IL COMPOSTAGGIO, EOLICO E IMPIANTO SOLARE

Il Sindaco Miglio racconta sempre la solita storia a cui ormai nessuno crede. Ricordiamo a Miglio che anche per l’impianto di compostaggio Sagedil il Comune da lui rappresentato ha prima espresso parere negativo, per poi autorizzare l’impianto insieme all’Ente Provincia sempre rappresentato da Miglio. Un gioco ormai noto: con una mano Miglio finge di difende la città ma con l’altra l’affossa, credendo che i sanseveresi abbiano l’anello al naso, come i suoi consiglieri comunali che continuano a guardare tutto senza batter ciglio.
Perché il sindaco non viene in consiglio comunale per approvare un documento di contrarietà all’installazione dell’impianto e si impegna affinché il consiglio provinciale faccia lo stesso prima che la commissione provinciale si riunisca per deliberare? Perché il sindaco Miglio non adotta una volta per tutte all’interno del Pug quei piani ambientali di cui il comune è già fornito e che eviterebbero di deturpare il territorio? Se davvero il sindaco si preoccupa del “Contesto agricolo pregiato” queste iniziative non dovrebbero essere un problema, ma siamo certi che anche questa volta, così come per il compostaggio, questo novello Collodi si arrampicherà sugli specchi ( in questo caso solari) ingannando i cittadini con la favoletta delle autorizzazioni che non sono di competenza comunale.
Per questo ricordo che Il parere negativo del comune è solo un atto endoprecedimentale mentre quello conclusivo deve ancora essere redatto dalla Provincia e Regione.
Il Sindaco dica no e lo faccia rispettare ovunque se davvero vuole tutelare il territorio, anche perché, mi sembra opportuno dirlo adesso, grazie alla documentazione ottenuta qualche giorno fa abbiamo scoperto che verranno istallate ben 9 pale eoliche in una zona ritenuta ad altro pregio e tra le più belle del nostro territorio, quella ai piedi del Gargano e Rignano.
Come la mettiamo? Era contrario pure a quella? Ha chiesto qualcosa al consiglio? Lo ha informato? Temo di no.
Per questo rispedisco al mittente le deboli difese d’ufficio:
I cittadini vanno informati e non ingannati facendo il gioco delle tre carte tra Comune, Provincia e Regione.

Il tempo è galantuomo e vedremo chi ha ragione.

Il Consigliere Comunale
Capogruppo F.I.
avv. Rosa Caposiena
San Severo, 10 Agosto 2017