Webp.net-gifmaker (5)
AVEVA MINACCIATO LO ZIO CON UN FUCILE. I CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI CERIGNOLA LO SORPRENDONO IN POSSESSO DELL’ARMA ILLEGALMENTE DETENUTA. - La Gazzetta di San Severo
Cronaca

AVEVA MINACCIATO LO ZIO CON UN FUCILE. I CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI CERIGNOLA LO SORPRENDONO IN POSSESSO DELL’ARMA ILLEGALMENTE DETENUTA.

Immagine1

Nel pomeriggio di venerdi, a San Ferdinando di Puglia, i Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno tratto in arresto MONOPOLI LUIGI, cl. ’82, incensurato del posto, per detenzione abusiva di armi e ricettazione.

L’uomo, che più volte nelle ultime settimane aveva minacciato lo zio per questioni di carattere economico, era stato segnalato dal parente, minacciato addirittura con un fucile. I Carabinieri della Stazione di San Ferdinando, coadiuvati da quelli dell’Aliquota Radiomobile del NORM di Cerignola, per scongiurare più gravi conseguenze sono immediatamente intervenuti presso l’abitazione del Monopoli, il quale, alla vista dei militari, si è improvvisamente dato alla fuga nelle campagne circostanti. Dopo svariate centinaia di metri di inseguimento a piedi l’uomo è stato raggiunto e bloccato dai militari che, nel perquisirlo, gli trovavano indosso un coltello a scatto e 6 cartucce per fucile. Estesa la perquisizione anche all’abitazione ed a tutte le pertinenze della stessa, in un ricovero di attrezzi è stato rinvenuto il fucile, risultato essere oggetto di un furto perpetrato nel 2004 a Cerignola, arma perfettamente compatibile con le cartucce cal. 12 che l’uomo aveva indosso.

Monopoli, su disposizione del P.M. di turno, nonostante incensurato, proprio per la gravità del fatto è stato rinchiuso nel carcere di Foggia.