Webp.net-gifmaker (5)
Nuovi orizzonti per la vela a Manfredonia: il Grande Slam del Gargano ufficializza il suo programma - La Gazzetta di San Severo
Eventi In evidenza Prima pagina

Nuovi orizzonti per la vela a Manfredonia: il Grande Slam del Gargano ufficializza il suo programma

IMG_20190206_013315

Dopo il notevole successo del Campionato Winter Race, che ha visto gareggiare barche provenienti addirittura dalla Lituania, un altro spettacolare evento parte dalla città di Manfredonia.

Si tratta del Grande Slam del Gargano che, per chi non lo conoscesse, è il più grosso circuito dell’Adriatico, in cui vari natanti sono a contendersi ambiti trofei.

Ne parlo con il Consigliere allo Sport della Lega Navale di Manfredonia, Massimo Tringale che così dichiara: “Quest’anno abbiamo in programma ben sette regate che si terranno dal mese di maggio a quello di settembre. Sono  previste due grandi regate internazionali, la Vieste-Lastovo e la Trani-Dubrovnik. Inoltre il Circolo Velico di Barcolla e Grignano che organizza la mitica Barcolana, collaborerà per la regata alle Tremiti”.

“Allora Massimo, ci saranno diverse gare all’interno di questo prossimo circuito. Quali saranno precisamente?”.

“Come ho già anticipato sette: la Diomedee-Tremiti, la Vieste-Lastovo, la Trani-Dubrovnik, dei Trabucchi, la Daunia-Cup, Coppa Monsignore e la Pizzomunno”.

“Cosa occorre per partecipare e come poter gareggiare?”.

“La partecipazione richiede il possesso di una semplice tessera Fiv ed un minimo di preparazione. Si può gareggiare con qualsiasi natante immatricolato superiore ai sette metri e cinquanta di lunghezza. Partecipare ad una comunque non esclude l’altra. Quindi si può gareggiare ad una solamente o a più regate o a tutte quelle previste dal Grande Slam. Ogni gara è importante ed ha una sua storia e la propria premiazione. Certo, a più regate si partecipa, più aumentano le possibilità di vincita”.

“Le novità invece?”.

“Nel mese di luglio si terrà una  festa grandiosa nella città di Monte Sant’Angelo dove il Grande Slam sposerà diversi campi, dallo sport alla moda, alla cucina e tanto altro ancora. La vela si farà promotrice di nuovi successi per valorizzare le eccellenze territoriali, aprendo orizzonti che non siano visibili solo sul mare… Anche se il fascino marino è indiscutibile, tanto che durante la Coppa Monsignore le barche sono state avvicinate alla spiaggia, nella baia di Mattinata, per essere ammirate. Nonostante la distanza di sicurezza, i bagnanti ed i turisti si sono visti arrivare quasi un esercito di natanti… Uno spettacolo emozionante e molto suggestivo e che non si può non ripetere quest’anno, con un invito di partecipazione rivolto a tutti”.

                                                                  Elisabetta Ciavarella