Webp.net-gifmaker (5)
Onore alla Ristopro Fabriano, ma l'Allianz è l'Allianz. Vittoria dei 'neri' per 49 - 62! - La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

Onore alla Ristopro Fabriano, ma l’Allianz è l’Allianz. Vittoria dei ‘neri’ per 49 – 62!

48062810_2050781938322492_5617296488448131072_n

di Ciro Mancino

“Ancora tu…ma non dovevamo vederci più?” E’ così che cantava Lucio Battisti, è (con un bella dose di immaginazione) così che pensano tutte le sfidanti dell’Allianz Pazienza Cestistica San Severo vittoriosa sull’ostico campo di Fabriano per: 49 – 62. Un avvio, ad essere onesti, non particolarmente brillante per gli uomini di Salvemini che studiano l’avversario nel primo quarto e si lasciano sopraffare dalle ottime giocate di Paparella e Gatti mettendo a segno soli 7 punti, nei dieci minuti del successivo. Poi, però, sarà il piglio della grande squadra unita all’esperienza del suo tecnico, San Severo ristabilisce le gerarchie con un terzo quarto ai limiti della perfezione sia in fase difensiva che soprattutto in quella offensiva. Con un distacco di 10 punti, nell’ultima frazione di gioco, la capolista deve semplicemente gestire ed aspettare la sirena che sancisce, ancora una volta, la vittoria della Cestistica. Onore alla Ristopro Fabriano, ma l’Allianz è l’Allianz. La nostra sintesi:

PRIMO QUARTO – Gatti, Paparella, Dri, Cimarelli e Morgillo contro Stanic, Rezzano, Scaponi, Ruggiero ed Antonelli. Si apre con questi dieci uomini la partita tra Fabriano e San Severo. Un primo quarto, basta vedere i numeri, a ritmi bassi in cui le squadre sembrano studiarsi piuttosto che affondare i colpi. Negli ultimi secondi, però, le due triple di Stanic prima e Di Donato poi, portano San Severo sul massimo vantaggio fino a questo momento. Parziale: 12 – 19.

SECONDO QUARTO – La partita, visibile anche su youtube, è abbastanza piacevole anche perché, lo ricordiamo, si stanno affrontando la prima classificata contro la terza forza del campionato. I padroni di casa, spinti dalla tifoseria locale, mettono a segno due tiri dalla lunga distanza con Paparella e Gatti che mandano su tutte le furie coach Salvemini costretto a chiedere il timeout senza ottenere risultati. Infatti, è sempre la Ristopro ad attaccare con qualità vista la precisione e convinzione rubando palloni, banalmente persi, dalla difesa della capolista. Dal vantaggio San Severo, ora la situazione si è invertita. Comanda Fabriano per  29 – 26. Significativi i soli 7 punti messi a segno da Stanic e compagni. Salvemini non sarà tanto felice…

TERZO QUARTO – Si è svegliata San Severo! Primissimi minuti e già otto punti messi a segno con i ‘lunghi’ Rezzano ed Antonelli bravi a sfruttare i centimetri sotto canestro. Coach Fantozzi infuriato, deve usare il timeout per smorzare l’entusiasmo dei neri e ne trae subito beneficio, tornando a -1, a 3′ dalla fine. La tattica di Salvemini, almeno così ci sembra di capire, è sfruttare la prestanza fisica dei suoi uomini mettendo in difficoltà Morgillo autore di 3 falli. Di contro, mister Fantozzi utilizza in fase difensiva lo schema a ‘zona’, costringendo San Severo ai tiri dalla lunghezza. La partita, però, nonostante i 10 punti di vantaggio, è ancora lunga; si gioca l’ultimo quarto sul punteggio di: 37 – 47.

ULTIMO QUARTO – La Ristopro non c’è più! Un altro merito dei sanseveresi è proprio questo: ‘annientare’ psicologicamente i propri avversari concentrati nei primi due quarti, scarichi nei successivi 20′ e non di certo per loro demeriti, ma per la potenza fisica/tattica della capolista. A Rezzano e soci, non resta che controllare un finale di gara in cui i padroni di casa provano a ribaltare un punteggio abbastanza ampio, ma senza successo. Si conclude sul: 49 – 62.