Webp.net-gifmaker (5)
Una partita eccezionale!!! Questa Cestistica non teme nessuno! E’ vittoria contro una buonissima Senigallia per: 95 - 93. - La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

Una partita eccezionale!!! Questa Cestistica non teme nessuno! E’ vittoria contro una buonissima Senigallia per: 95 – 93.

Allianz_Vs_Ancona_56

di Ciro Mancino

Nemmeno uno degli attacchi più proliferi del campionato, come quello di Senigallia, ha potuto arrestare il cammino spedito dei neri; contro i marchigiani, è vittoria dell’Allianz per: 95 – 93. La partita, come si si aspettava ha regalato fin troppe emozioni ed è stata forse la più bella gara fin qui vista dai tifosi, accorsi numerosi, al ‘Falcone e ‘Borsellino’. Gli uomini di Foglietti, infatti, guidati dai  25 punti del solito Giacomo Gurini, capocannoniere del girone come ricordato ampiamente dall’ufficio stampa dell’Allianz, hanno messo a dura la prova la migliore difesa del campionato che anche questa volta ha retto ampiamente i colpi. Bene a limitare le giocate della Goldengas, bravissimi a capitalizzare ogni azione soprattutto nel terzo quarto quando Rezzano, Stanic e compagni hanno allungato provando a chiudere un match di fatto interminabile. Una partita eccezionale, piena di emozioni dal fallo su Rezzano alla personalità di Piccone che va a segnare il 94- 92 a 27” dalla fine dell’extra time. Dunque, si esulta ancora ma, come direbbe il precisissimo coach Salvemini, con moderazione c’è la trasferta di Teramo da…vincere!

La nostra sintesi: 

 

PRIMO QUARTO: Si inizia con il quintetto base formato da Stanic, Rezzano, Antonelli, Ruggiero e Scarponi contro Ricci, Pierantoni, Morgillo, Gurini e Maggiotto ed è subito partita vera. L’Allianz parte meglio delle precedenti partite con belle manovre capitalizzate da Capitan Rezzano, ma gli ospiti rispondono soprattutto dalla distanza. Salvemini, vista la pericolosità di Gurini, ha scelto di mettergli la marcatura stretta anche se, in questi prime battute, il numero 16 pare non accusarne il colpo. La sensazione, lo diciamo ora anche a discapito di smentite, è che vedremo una partita abbastanza combattuta. Per ora, i padroni di casa sono in svantaggio sul: 14 – 24 con due falli sia per Stanic sia per Scarponi, un dato poco confortante per il coach sanseverese che avrà il suo bel da fare.  

SECONDO QUARTO: Il primo quarto è finito con un errore in attacco per San Severo che ha permesso il contropiede di Senigallia con l’ira di Salvemini. Dalla nostra postazione, non è possibile sapere cosa il tecnico ha rimproverato ai suoi giocatori, ma di certo le urla confermano uno stato d’animo inequivocabile. Ed infatti, la reazione dell’Allianz c’è soprattutto nei primissimi minuti, poi però si spegne complici i numerosissimi errori (anche dalla lunetta) e le mano ‘calde’ di Ricci e Gurini. Si va al riposo lungo sul 35 – 46. 

TERZO QUARTO: Il terzo quarto è iniziato da un minuto e Senigallia usa già il primo timeout segno dell’attacco positivo dei ‘neri’ che, sembra, hanno iniziato con un piglio estremamente diverso. A 5’ dalla fine di questi penultimi dieci minuti, l’avvenimento che può cambiare l’inerzia della partita; uno scontro sotto canestro tra Morgillo e Rezzano procura un taglio all’arcata sopracciliare del sanseverese che è costretto ad uscire momentaneamente. Intanto la cronaca della partita racconta di una gara particolarmente intesa che Senigallia sembra voler portare dalla sua parte sia per l’efficacia di Pierantoni e Gurini (la squadra è tutta in questi soli due uomini, bisogna ammetterlo) sia per la cattiveria agonistica su ogni pallone. Il Pala non ci sta e nemmeno gli uomini in campo con la casacca nera che, seppur di poco, ribaltano completamente la situazione. Chi vincerà? Lo dirà un ultimo quarto da…urlo! Parziale: 64 – 60. 

ULTIMO QUARTO: Senigallia, nonostante un terzo quarto al di sotto delle aspettative, non si è lasciata intimidire e ha continuato a macinare punti utili per distaccarsi e gestire i momenti più importanti della gara. A 5′ dalla fine Salvemini manda in campo anche Rezzano che gioca con una vistosa fasciatura, ma nonostante ciò, il Capitano vuole mettere a tutti i costi il suo carisma e la prestanza fisica al servizio di una squadra in evidente difficoltà. E’ una partita talmente emozionate che le azioni sono di una rapida mai vista; attacca la Cestistica risponde e come se risponde Senigallia. Il più bel match fino a questo momento della stagione e lo conferma il fatto che alla fine dei 40 regolamentari siamo in partita: 81 – 81. (ringraziato un rimbalzo provvidenziale di Di Donato)

Il finale, però, anche con extra time, è ancora più bello. A vincere, infatti è l’Allianz che ha dimostrato un carattere pazzesco con Piccone, il ragazzino che si è assunto la responsabilità dei tiri più pesanti. Si vince sul punteggio di: 95 – 93.