Webp.net-gifmaker (5)
Per Natale l'Allianz regala (e si regala) un'altra vittoria! | La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

Per Natale l’Allianz regala (e si regala) un’altra vittoria!

2016-Gruppo-Cestistica

di Ciro Mancino

Un vittoria per regalare una gioia (l’ennesima) ai propri tifosi. Si chiedeva questo, in prossimità del Natale, all’Allianz Pazienza Cestistica San Severo e così è stato. Nel derby e con la presenza delle tifoserie, gli uomini di coach Giorgio Salvemini hanno la meglio su Corato per: 88 – 55. Una partita stranamente infuocata già dal primo quarto con i ‘neri’ decisi ad imporre la propria supremazia in ogni angolo del parquet e fino all’ultimo secondo. Tra le tante abilità di San Severo c’è da evidenziare soprattutto l’intelligenza tattica; la difesa alterna movimenti a zona ed altri direttamente sull’uomo, in attacco si concretizza sia dai tre punti che sotto canestro contando sopratutto sulla prestanza fisica di Rezzano, Di Donato ed Antonelli. Dunque, niente da fare per la modesta Corato che deve inchinarsi alla capolista ed arrendersi ai colpi ed assist (e che assist!) di sua ‘Maestà’ Nicolas Stanic. 

PRIMO QUARTO – Ruggiero, Scarponi, Stanic, Antonelli e Rezzano contro Idiaru, Stella, Marini, Boffelli e Antrops. Questi i dieci uomini ad aprire una gara particolarmente sentita come quella odierna tra San Severo e Corato. Un inizio promettente per entrambe le squadre, anche se i padroni di casa sembrano avere un piglio diverso trascinati dal play Stanic, leggermente sotto tono (comprensibilmente) nelle ultime uscite. Nonostante siano passati soli 10 minuti, i ritmi di gioco sono abbastanza elevati e lo dimostra anche il punteggio parziale. 25 – 12. 

SECONDO QUARTO – Analizziamo un dato utile a far comprendere lo strapotere offensivo della capolista. Soltanto nel primo quarto, Nicolas Stanic ha realizzato 13 punti, uno in più di tutto il roster coratino. Se questo non dovesse bastare, potremmo prendere in considerazione un altro numero relativo al quarto in questione, ovvero i punti realizzati dagli avversari: 11. E’ il misero bottino prodotto dagli uomini di Marco Verile. Il motivo? Con questa Allianz, diligente soprattutto in fase difensiva, non c’è partita. Comanda ancora San Severo: 47 – 23. 

TERZO QUARTO – Alla ripresa sembra di assistere già al preludio della gara; la Cestistica attacca con la sua solita grinta (ma quanta fame ha questa squadra?) e Corato (soprattutto con Stella) prova a rendere il passivo meno pesante. Effettivamente il vantaggio è talmente ampio da poter dire, seppur con un briciolo di presunzione, che la gara è virtualmente chiusa. La conferma, infatti, potrebbe arrivare da una ulteriore statistica: 3 uomini, per ora, in doppia cifra per Salvemini. E’ solo un dato, si obietterà? La risposta la sancirà la sirena finale. Per ora continua a dominare la capolista: 63 – 40.

ULTIMO QUARTO – Ruggiero, Scarponi, Stanic, Antonelli e Rezzano, il quintetto al primo. Petrarca, Piccone, Coppola, Magnolia e Niro, il quintetto all’ultimo quarto. I nomi, senza entrare troppo nella cronaca nella gara e senza sminuire i medesimi, dicono tutto. Coach Salvemini, vista la netta differenza in campo, fa bene a regalare minuti a chi, giustamente, ha giocato meno e le dimostrazioni non tardano ad arrivare. La partita è bella fino all’ultimo proprio perché anche questi ragazzi dimostrano, semmai ci fosse ancora bisogno, di onorare al massimo la maglia (pesante) che indossano. Fine del match per: 88 – 55.