Webp.net-gifmaker (5)
RIDARE VITA E DECORO AL NOSTRO CENTRO STORICO: LE PROTESTE DI CHI VIVE E LAVORA AL SUO INTERNO | La Gazzetta di San Severo
Comunicati

RIDARE VITA E DECORO AL NOSTRO CENTRO STORICO: LE PROTESTE DI CHI VIVE E LAVORA AL SUO INTERNO

FOTO CENTRO STORICO

di DESIO CRISTALLI

I commercianti e le famiglie residenti nel centro storico della nostra Città, lamentano da anni il DEGRADO in cui è caduta la parte più antica e ‘urbanisticamente nobile’ di San Severo. Il motivo principale è la SCARSA ATTENZIONE DELLE AMMINISTRAZIONI (TUTTE) che si sono succedute negli ultimi decenni,soprattutto per quanto riguarda la PULIZIA DELLE STRADE (colpa anche dello SCARSO SENSO CIVICO DEI CITTADINI), un approssimativo controllo del traffico, ma anche il censurabile ABBANDONO DEGLI IMMOBILI PUBBLICI E PRIVATI, come noti PALAZZI GENTILIZI di Piazza della Repubblica, Via Soccorso, Via Daunia e strade circostanti, EX UPIM,ex INPS,EX CINEMA PATRUNO, tanto per citare alcuni esempi. E’ mai possibile che non si possano attivare regole locali che prevedano il rispetto del decoro urbanistico, ivi compresa anche la messa in sicurezza degli stabili più antichi e fatiscenti? Urgono interventi volti a rianimare quello che dovrebbe essere il SALOTTO BUONO DELLA CITTÀ, come avviene con molto rigore altrove, considerato anche che nel raggio di poche centinaia di metri insistono:LA CATTEDRALE, IL SANTUARIO DELLA MADONNA DEL SOCCORSO, IL PALAZZO VESCOVILE, IL SEMINARIO, IL MUSEO DIOCESANO, LA CHIESA DEI CELESTINI, LA CHIESA DI SAN SEVERINO, LA CHIESA DI SAN NICOLA, PALAZZO CELESTINI SEDE ISTITUZIONALE DELLA NOSTRA MUNICIPALITÀ E TANTO ALTRO. Certo non è un risultato che si può ottenere da stasera a domani ma mai si comincia a dare una sterzata vigorosa all’andazzo menefreghistico e mai si otterranno risultati concreti per rigenerare il suggestivo e caratteristico Centro Storico di San Severo. Uno dei primi passi da fare sarebbe quello di deliberare AGEVOLAZIONI DI CARATTERE ECONOMICO di vario tipo per agevolare il ritorno di commercianti e piccolo e caratteristico artigianato, affiancato da IMPORTANTI INIZIATIVE SOCIO-CULTURALI, autentici ‘cavalli di battaglia’ anche di località molto più piccole di San Severo ma molto più avanzate in quanto a idee e quanto a programmazione volta a ripopolare alla grande il Centro Storico.Né va trascurato il ruolo ed il contributo che potrebbe dare ad un discorso di ‘rigenerazione centrale’ la nostra famosa “PIAZZETTA COPERTA”, quella palazzina liberty inaugurata in pompa magna e poi sfruttata pochissimo e male. Vogliamo provare a darci una mossa, come direbbero a Roma, o vogliamo continuare a recitare il de profundis di un Centro Storico che se risistemato e rianimato susciterebbe l’invidia di tante altre comunità conterranee? Speriamo possa arrivare presto un segnale forte e deciso a quanti vivono e lavorano in centro da parte DEL PIÙ IMPORTANTE PALAZZO DELLA CITTÀ. Sarebbe un segnale di attenzione – una volta tanto…!!! – per ciò che chiede la Cittadinanza. Non scommetteremmo, ma osiamo sperare!