Webp.net-gifmaker (5)
San Severo: Coppia gay – prenotazione rifiutata dalla proprietaria Airbnb | La Gazzetta di San Severo
Cronaca In evidenza Prima pagina

San Severo: Coppia gay – prenotazione rifiutata dalla proprietaria Airbnb

EC25ACB4-B195-4F9C-A35D-3617F8303202

Prenota due posti su Airbnb in un appartamento di San Severo (Foggia), ma la proprietaria rifiuta la richiesta perché si tratta di una coppia omosessuale in vacanza. A denunciare l’accaduto è l’Arcigay di Bologna che sulla sua pagina Facebook pubblica la chat tra l’host foggiana, Tiziana, e un giovane di Modena, Matteo. “Non accetto due uomini, accetto sempre in presenza di un’altra donna”, è stata la motivazione di rigetto della prenotazione. “Questo atteggiamento è inaccettabile a va duramente sanzionato”, chiede Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. “La policy di Airbnb – prosegue – è molto netta sul tema delle discriminazioni, pertanto chiediamo l’immediata espulsione dell’host dalla piattaforma”. Pronta la replica della piattaforma: “E’ contro i nostri principi”

I fattiDopo aver prenotato due posti per il 18 e 19 agosto in un appartamento di San Severo (Foggia), a Matteo, di Modena, arriva la richiesta di conferma da parte della proprietaria della casa con la precisazione: “Vedo che hai segnato due ospiti, fammi sapere se sei in coppia con una donna: è una delle piccole regole della casa”. Alle rimostranze di Matteo che fa presente la discriminazione, la host sottolinea: “Nessun preconcetto, ho soltanto deciso così in famiglia”.

La chat viene pubblicata su Facebook dall’Arcigay di Bologna e scoppia la polemica. “Chiediamo l’immediata espulsione dell’host dalla piattaforma – si legge nel lungo post di denuncia dell’associazione Lgbt. – E a chi ha già prenotato la struttura, chiediamo di disdire immediatamente e ci auguriamo che Airbnb si impegni a restituire per intero le somme. Queste persone vanno boicottate”.

La posizione di Airbnb“Abbiamo avviato delle indagini appena saputo dell’accaduto e siamo già in contatto con l’ospite per fornire l’aiuto e il sostegno necessari”, è stata la risposta di Airbnb arrivata all’Arcigay di Bologna. “Non c’è spazio per le discriminazioni su Airbnb, vanno contro i nostri principi e interveniamo ogni qual volta veniamo al corrente di casi di questo genere, anche rimuovendo un utente dalla nostra community”, è la posizione ufficiale della piattaforma.

fonte tgcom24