Webp.net-gifmaker (5)
San Severo: IN CATTEDRALE LA VESTIZIONE DEI CAVALIERI COSTANTINIANI | La Gazzetta di San Severo
Cultura In evidenza Prima pagina

San Severo: IN CATTEDRALE LA VESTIZIONE DEI CAVALIERI COSTANTINIANI

FOTO DUE MONSIGNORI

SABATO 3 NOVEMBRE 2018, alle ORE 18.00, nella CATTEDRALE DI SAN SEVERO, sarà officiata una Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dal nostro Vescovo S. E. Mons. GIOVANNI CHECCHINATO. Alla conclusione del Sacro Rito, i nuovi Cavalieri della Delegazione delle Puglie del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, vestiranno le Insegne della Sacra Milizia, alla presenza delle Autorità Militari, Civili e Religiose. Dopo sei anni, avremo a San Severo la Cerimonia di Vestizione dell’Ordine Costantiniano, antichissimo Ordine Cavalleresco Religioso, da ultimo legato della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie, che dalla sua remotissima origine – fatta risalire all’Imperatore COSTANTINO IL GRANDE, dopo la vittoria contro MASSENZIO a Ponte Milvio, il 28 ottobre 312 d. C. – ha come fini “la Glorificazione della Santa Croce, la Propaganda della Santa Fede e la difesa della Santa Romana Chiesa…”. Il primo Sommo Pontefice che benedisse l’Ordine Costantiniano fu SAN SILVESTRO I PAPA (314-335). Nel 456, l’Ordine Costantiniano, ad istanza dell’Imperatore MARCIANO (450-457), fu approvato da PAPA SAN LEONE MAGNO, che sottopose la Sacra Milizia alla Regola di San Basilio. Nel 1731 il Duca ANTONIO FARNESE morì senza discendenza ed il Gran Magistero dell’Ordine Costantiniano passò a S.A.R. l’Infante di Spagna DON CARLO DI BORBONE, che nel 1734 divenne Re delle Due Sicilie e, conseguentemente, la sede dell’Ordine fu trasferita a Napoli. L’Ordine Costantiniano è potuto sopravvivere alla fine del Regno delle Due Sicilie in quanto, come previsto dal diritto internazionale, un Ordine dinastico cavalleresco non è assegnato ad un territorio nazionale né alla presidenza di uno Stato sovrano, ma è attribuito alla persona del Capo di una dinastia reale. Attualmente, secondo tradizione, sono molti i Cardinali e gli esponenti della aristocrazia italiana ed europea che hanno l’onore di vestire le insegne della Sacra Milizia. Oggi, il Gran Maestro è S.A.R. il Principe DON PEDRO DI BORBONE; fino al 18 maggio 2018, giorno della scomparsa, il Gran Priore è stato il CARDINALE DARIO CASTRILLON HOYOS (nella foto con Mons. GIOVANNI PISTILLO), che il 16 ottobre 2011 venne nella nostra Città, per i festeggiamenti in onore di San Severino Abate. Il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio è riconosciuto dalla Repubblica Italiana come “Ordine Cavalleresco non nazionale”. Dal 2005, il CAPPELLANO CAPO DELLA DELEGAZIONE DELLE PUGLIE È MONS. GIOVANNI PISTILLO, Cappellano di Merito con Placca d’Argento, ed il Delegato è il CAV. DI JURE SANGUINIS AVV. DARIO DE LETTERIIS. Se nei secoli dell’avanzata dei Turchi nei Balcani i Cavalieri Costantiniani hanno saputo sacrificare la propria vita in difesa della Santa Fede e della Cristianità, oggi, nel Terzo Millennio dell’Era Cristiana, i Cavalieri e le Dame della Sacra Milizia continuano, in piena comunione con la Chiesa, a combattere la loro “Buona Battaglia”, realizzando il carisma dell’Ordine in un generoso impegno di evangelizzazione e di servizio ai bisognosi, vivendo i valori autentici della Cavalleria Cristiana.