Webp.net-gifmaker (3)
SAN SEVERO: OPERAI INFEDELE RUBA GASOLIO DAI MEZZI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA – ARRESTATO DAI CARABINIERI | La Gazzetta di San Severo
Cronaca In evidenza Prima pagina

SAN SEVERO: OPERAI INFEDELE RUBA GASOLIO DAI MEZZI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA – ARRESTATO DAI CARABINIERI

carabinieri-in-manette-dieci-persone-per-80-furti-di-rame-560ff03aaefde1

OPERAIO INFEDELE DELLA SOCIETA’ DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI SORPRESO DAI CARABINIERI A RUBARE IL GASOLIO DAL PROPRIO COMPATTATORE. ARRESTATO 30ENNE DEL LUOGO.

A San Severo i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato MAZZEO Mario, 30enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, dipendente, in qualità di autista, della società incaricata dal Comune del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

Dopo che alcuni Carabinieri avevano notato, in circostanze diverse nel corso dei servizi perlustrativi  riferendone successivamente al Comando, un autocompattatore  entrare in maniera sospetta in un capannone della zona industriale,  era stato deciso di attendere che il mezzo vi tornasse per verificare il motivo di quelle soste così inusuali.

Ed è quindi stato così che, alcuni giorni addietro, quando l’ennesima pattuglia aveva segnalato che il mezzo sospetto era tornato nel capannone, una squadra di militari del NORM vi ha fatto irruzione, scoprendo il mistero.

I Carabinieri, infatti, una volta entrati nel capannone in questione vi hanno trovato il MAZZEO che, alle prese con un tubo di gomma e alcune taniche di gasolio, stava svuotando il serbatoio del carburante del proprio mezzo.

I successivi controlli delle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza del capannone e presso il cantiere della società, corroborati dai riscontri documentali sui rifornimenti e sui movimenti del compattatore, hanno quindi fatto emergere come l’autista avesse già sottratto, nel corso del servizio di raccolta, circa 200 litri di gasolio.

La refurtiva, almeno la parte recuperata, è stata restituita alla società, mentre l’arrestato, dopo la convalida, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa del processo.

Sono tuttora in corso accertamenti volti all’identificazione degli acquirenti del gasolio rubato, oltre che di altri correi.