Webp.net-gifmaker (5)
Semifinale playoff, Allianz vs Matera 1-0! | La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

Semifinale playoff, Allianz vs Matera 1-0!

safe_image.php

di Ciro Mancino 

Gara 1 della semifinale playoff di Serie B è ‘Made in San Severo’; al “Falcone & Borsellino” la Cestistica ha appena battuto la Bawer Matera per: 89 – 60. Come abbastanza comprensibile, è stata una partita spumeggiante ed emozionante allo stesso tempo. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto con i gialloneri bravi ad imporre la propria supremazia vincendo i duelli tecnici e fisici, anche se Matera non ha rinunciato alla sua filosofia spinta soprattutto dal coach Origlio, lesto a mischiare le carte con un roster funzionale a più schemi. Adesso, però, l’esultanza dev’esser contenuta; c’è bisogno di ritrovare le energie fisiche e le giuste motivazioni per vincere anche gara 2. Solo dopo aver vinto tali partite si può pensare alla, difficile ma non impossibile, trasferta di Matera. Il nostro commento della gara:

PRIMO QUARTO – E’ scontato dire che i due tecnici, per questa semifinale, puntano all’inizio sui titolatissimi optando per Stanic, Rezzano, Antonelli, Scarponi e Ruggiero da un lato e Merletto, Battaglia, del Testa, Cena ed Iannilli, dall’altro. Gli avversari partono subito forte con la tripla di Del Testa, ma l’Allianz c’è e lo dimostrano la lotta a canestro di Rezzano per conquistare i primi due punti sanseveresi e la splendida azione iniziata da Ruggiero e rifinita da Scarponi. A metà della frazione una seconda irregolarità di Antonelli (fondamentale per contrastare i centimetri di Iannilli) costringe un arrabbiassimo coach Salvemini (che si becca anche un tecnico) a mandare in campo Di donato. Il “Falcone & Borsellino”, forse per la prima volta in stagione, è una bolgia anche perché è una partita ad alta intensità fisica, ma soprattutto emotiva. Fin d’ora, complici anche delle decisioni arbitrali discutibili, i biancazzurri di Coach Origlio sono in vantaggio sulla compagine giallonera per 17 – 23.
SECONDO QUARTO – Che la Cestistica non stia brillando è lapalissiano; si rientra in campo e Matera conquista cinque punti, aumentando così il distacco che inizia ad essere considerevole. Mancano la precisione da tre punti e la lucidità che l’Allianz ha sempre dimostrato di avere. Salvemini, per queste ragioni, chiede il timeout ed inserisce Sodero e de Zardo e la situazione cambia: arrivano i punti da ogni parte parte del parquet e Matera, questa volta, è inerme. Adesso, infatti, non è subentrato solo l’orgoglio di una squadra che in casa non ha mai perso, ma c’è anche la prontezza e fermezza di recuperare palloni sotto canestro e l’importantissimo fattore di far commettere i falli all’avversario. Ovviamente, il match resta ancora apertissimo anche perché gli avversari hanno delle mani ‘educatissime’ come Del Testa e Battaglia, ma San Severo non teme NESSUNO! A comandare sono i padroni di casa: 44 – 36.
TERZO QUARTO – “Ora o mai più”; deve essere questo il monìto dell’Allianz se si vuole archiviare senza troppi problemi gara1. Come risponde San Severo? Con un assist nolook di Stanic per Antonelli che al volo schiaccia! E’ difficile descrivere con le parole l’atteggiamento in campo dei ragazzi con la casacca nera, ma ci proviamo: Rezzano ruggisce sotto canestro superando ogni duello sull’impalpabile Iannili, Stanic è un trascinatore che guarda cose che noi umani, anche da lontano, non guardiamo. Ruggiero e Di donato restano sempre impeccabili ed affidabili, Antonelli fa sentire la sua presenza anche se, effettivamente, i suoi punti mancano. E’ chiaro, dunque, gli ingredienti per vincere questa partita (e solo questa?) ci sono tutti, ma bisogna continuare con questa ferocia. Dall’altra parte, c’è da segnalare comunque l’atteggiamento mai domo di Matera che ci crede (e fa bene a farlo) anche se, a differenza dei primi due quarti, l’attenzione in difesa è in fase calante, a vantaggio di San Severo che chiude questo quarto sul punteggio di 62 – 49.
ULTIMO QUARTO – Nella partita di Roma, siamo stati i primi a dire che Rezzano non aveva dato il ‘massimo’ (tanto per restare in tema) visti i pochi punti messi in cascina. Ora, ad onor di cronaca, dobbiamo segnalare che il capitano dei neri ha accumulato ben 21 punti. Basta? No, perché a fargli compagnia ci sono anche le pesanti prestazioni di Stanic, Ruggiero e Di Donato. Attenzione; la vittoria, perchè alla fine di vittoria stiamo parlando, non è solo il frutto dei singoli. Questa volta davvero hanno vinto tutti; ogni giocatore in campo ed in panchina, l’intelligenza tattica di coach Salvemini coadiuvato dai suoi vice Panizza e Piersante, la dirigenza e i quasi 2500 presenti al “Falcone & Borsellino”. Matera, infatti, ha finito di giocare all’inizio dell’ultima frazione, quando praticamente è stata annichilita da chiunque e dovunque persino da Petrushevski che stoppa in contropiede l’ex Cena!cLo spettacolo, per ora, (visto che si gioca dopodomani) finisce qui sul punteggio di: 89 – 60.
Gara 1 della semifinale playoff di Serie B è ‘Made in San Severo’!!!
image003