Webp.net-gifmaker (5)
Un campionato strepitoso! Grazie, Allianz! | La Gazzetta di San Severo
In evidenza Prima pagina Sport

Un campionato strepitoso! Grazie, Allianz!

57032137_2230922460308438_6048932811841208320_n

di Ciro Mancino

Così come è successo per 26 partite, l’Allianz conclude questo campionato con una vittoria anche sul parquet del PalaBorgognoni di Campli sul punteggio di: 53 – 93. Una partita mai stata in discussione per gli uomini di Giorgio Salvemini che sin dal primo quarto hanno premuto sull’acceleratore, aumentando minuto dopo minuto un divario insormontabile. Nel nostro piccolo, avremmo potuto parlare dei playoff già da alcuni mesi, visto l’andamento della Cestistica, ma non sarebbe stato giusto nei confronti della Allianz stessa, delle avversarie e dei nostri lettori. Era doveroso concentrarsi solo sul quotidiano senza prendere in considerazione i ‘se’ ed i ‘ma’. La settimana prossima, anche se negli articoli trapela spesso il nostro pensiero, analizzeremo con lucidità il campionato perfetto dei gialloneri ed ogni contesto singolo, societario e tecnico. Per ora, augurandovi una Serena Pasqua, vi proponiamo la sintesi di Campli. 

PRIMO QUARTO – Per l’ultima sfida di campionato, Tiziano Tarquini manda in campo Miglio, Pekovic, Faragalli serroni e Dakraoui mentre Salvemini risponde con il quintetto titolare per dimostrare quanto l’Allianz tenga anche a questo match: Antonelli, Scarponi, Rezzano, Stanic e Ruggiero. I primi cinque punti della partita sono di marca giallonera con Antonelli che segna da sotto e la ‘bomba’ di Ruggiero! Campli, invece, sbaglia quasi ogni possesso mettendo a segno gli unici due punti di metà tempo con Pekovic. Il film della gara è abbastanza chiaro: dominio assoluto della capolista con i padroni di casa che non riescono mimicamente a sopperire ai colpi. Parziale clamoroso di: 8 – 31.

SECONDO QUARTO – C’è troppo, troppo, troppo divario sul parquet. Non lo diciamo perché siamo di parte o perché si sfidano la capolista contro l’ultima in classifica, Davide contro Golia. Parlano i numeri, parla la fisicità in campo. Rezzano, per esempio, è alto 205 e contro i 180 cm di Faragalli serroni (classe 2000) è ovvio che deve prevalere sull’avversario, schiacciandolo completamente. Effettivamente, è stato un campionato al quanto turbolento per gli uomini di Tiziano Tarquini, come confermato anche dai quattro punti di penalizzazione e dalla rosa al quanto giovanile visto che il più grande ha 21 anni. Proprio per queste ovvie ragioni, gli abruzzesi hanno vinto solo una partita tra l’altro proprio qualche settimana fa, su ventisette giocate. Ecco perchè anche nell’ultima sfida in casa, i biancorossi sono in netta difficoltà, nonostante i punti siano leggermente in aumento. San Severo, dal canto suo, ha iniziato con un ritmo leggermente più blando, a causa, forse, dell’ingresso (giustificato!) di De Zardo, Sodero, Piccone, Di donato e Petracca. Praticamente, il quintetto ‘panchinaro’ è in campo dall’inizio del secondo quarto. Un segnale inequivocabile!! Si va al risposo sul parziale di: 17 – 54.

TERZO QUARTO – Si ritorna sul parquet, questa volta con il quintetto titolare forse per sancire ulteriormente il distacco e la vittoria ed effettivamente così è. Rezzano e co macinano punti su punti, lasciando ai compagni una enorme eredità, l’opportunità di giocare per mettersi in mostra e divertirsi. Campli, dobbiamo essere onesti, è incurante delle difficoltà e trascinata dalle buone prestazioni di Miglio e Raicevic, prova a fare quanto può. Terzo quarto concluso sul: 38 – 72

ULTIMO QUARTO – La terza frazione è stata la prima volta in cui i padroni di casa hanno segato più della Cestistica a dimostrazione di un calo fisico/mentale dei ragazzi di Giorgio Salvemini, più che giustificati ed un minimo di reazione d’orgoglio dei ragazzini biancorossi che salutano il loro pubblico, dimostrando quanto meno attaccamento alla maglia. La cronaca di questi restanti ultimi 10′, dunque, non ha molto da raccontare perchè sintetizza le aspettative ed i precedenti quarti: un’Allianz troppo forte per questa ‘piccola’ (in tutti i sensi) Campli. Addirittura, da metà frazione in poi, i neri sono così galvanizzati che riescono a mandare in doppia cifra anche Ruggiero, Petracca, Piccone (MVP della gara) e De Zardo. E’ l’ultima sirena del campionato. E’ la sirena che, per ben 27 partite, suona e sancisce la vittoria di San Severo. Finale: 53 – 93.

Semplicemente:

Un campionato strepitoso! Grazie, Allianz! 

image003