Webp.net-gifmaker (5)
Vasto: Arrestato 37enne Sanseverese picchiò autista di bus per furto della borsa | La Gazzetta di San Severo
Cronaca In evidenza Prima pagina

Vasto: Arrestato 37enne Sanseverese picchiò autista di bus per furto della borsa

arresto_carabinieri

VASTO. È stato arrestato dai carabinieri di Lanciano e condotto nel carcere frentano B.M., il 37enne di San Severo che il 28 agosto scorso ha aggredito l’autista dell’autobus della linea urbana 1 di Tessitore diretta alla stazione Vasto-San Salvo e poi si è scagliato contro i carabinieri. Per bloccarlo i militari sono dovuti ricorrere allo spray al peperoncino. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, prima della sfuriata, si trovava in una comunità di recupero di Montenero di Bisaccia. Sono stati i carabinieri a chiedere e ottenere dall’autorità giudiziaria l’aggravamento del provvedimento da semplice denuncia ad arresto. Dalle indagini dei militari è infatti emerso che il 37enne, oltre ad aver aggredito l’autista, si era anche appropriato del suo borsello. Il borsello è stato restituito al proprietario e l’uomo è stato trasferito al carcere di Lanciano in attesa di giudizio.
L’autista dell’autobus, soccorso dal 118 e portato al San Pio, ha riportato lesioni guaribili in una settimana. L’aggressore dovrà rispondere di lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e a questo punto anche furto. L’uomo salito a Vasto, pare che abbia cominciato ad urlare a pochi metri dalla stazione ferroviaria. I testimoni raccontano che sembrava piuttosto alticcio. Ha dapprima colpito i finestrini del bus, poi ha raggiunto il conducente e colpito anche quest’ultimo sul viso. L’autista ha cercato di mantenere la calma per non spaventare i passeggeri. Nel frattempo ha chiamato i carabinieri. Quando l’autobus si è fermato sul piazzale della stazione, i militari del Nucleo operativo radiomobile stavano aspettando B.M. . Alla vista dei militari, anziché calmarsi il 37enne ha aggredito anche loro. I militari per bloccarlo sono stati costretti ad usare lo spray al peperoncino. Una volta immobilizzato l’uomo è stato portato in caserma, identificato e denunciato. Il racconto delle vittime e di alcuni testimoni ha aggravato la posizione dell’indagato. I carabinieri, visti i precedenti dell’uomo, hanno chiesto l’arresto. (p.c.) 

fonte ilcentro