ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

Dimissioni Miglio – Domenica sit-in di protesta per chiedere le sue dimissioni

L’ultimo efferato delitto commesso nella nostra San Severo, ostaggio ormai di una delinquenza diffusa e incontrollata, ha messo definitivamente a nudo la palese incapacità delle istituzioni e soprattutto di chi le rappresenta nel dare risposte concrete ad un problema che ha assunto dimensioni non più sopportabili.

I cittadini si sentono abbandonati al loro destino e alle richieste d’intervento e d’aiuto le risposte sono sempre scomposte, arroganti e fuori luogo, segno di un nervosismo che appalesa la consapevolezza di non esser capaci di svolgere un ruolo istituzionale che in questo momento doveva salire in cattedra mostrando tutta la sua autorevolezza.

L’amministrazione Miglio/Damone/Sderlenga, accolta dai cittadini come il cambiamento, ha fallito miseramente in poco più di un anno tutti gli obiettivi prefissati. Non una delle tante false promesse fatte in campagna elettorale è stata mantenuta. La vivibilità è scesa a livelli mai percepiti prima, la disoccupazione dilaga, le strade sono impercorribili, milioni di euro di finanziamenti persi, cittadini che non hanno neanche la possibilità di essere ascoltati, la stampa viene attaccata quando descrive la realtà.

Ormai il re è nudo! Sostenuto da una maggioranza muta e spaesata tenuta insieme con motivazioni che nulla hanno a che vedere col “bene comune” e che perde continuamente pezzi perché, nonostante tutto, c’è sempre un momento in cui la dignità personale prevale.

San Severo non merita questo. I sanseveresi meritano di più a cominciare dall’ascolto, dalla vicinanza, dalla presenza di chi li dovrebbe rappresentare!

Per questi motivi saremo in Piazza del Pepe domenica 21 p.v. dalle ore 9.30 per un SIT-IN di protesta e per tendere una mano ai cittadini tutti. Estendiamo l’invito alla partecipazione a tutti coloro i quali (Associazioni, Partiti, Movimenti Sindacali, liberi cittadini) intendono dare un segnale forte di protesta chiedendo a gran voce le dimissioni della peggiore amministrazione di tutti i tempi.

 image

Altri articoli

Back to top button