ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

Aumento TARI: Grazie Bene Comune per questa genialata!

Una strana e preoccupante deliberazione di questa confusa Amministrazione Comunale riguardo alla Tari dove si registra un notevole aumento per i pensionati che vivono da soli. Un bizzarro provvedimento che sa tanto di accanimento verso le fasce più deboli. Vorremmo sapere chi è il genio che ha partorito un aumento del 35% per chi vive da solo e ha più di 65 anni e un aumento del 65% per i pensionati soli che hanno meno di 65 anni. Con quale criterio si è giunti ad accanirsi verso chi produce meno rifiuti solidi urbani? E magari si ritrova con una pensione minima che a stento gli permette una qualche sopravvivenza. Ma non si dovrebbe commisurare una riduzione tariffaria alla quantità di rifiuti non prodotti? Le tasse aumentano, i generi di prima necessità aumentano, i beni e servizi aumentano, le pensioni dei cittadini si assottigliano sempre di più e cosa si delibera? La punizione per chi vive solo ed è pensionato.
Adesso qualche esponente della maggioranza Bene Comune risponderà che sono state salvate le fasce deboli, gli ultra 65 anni, non risulta che a questi cittadini siano arrivati nuove cartelle di rettifiche con le dovute scuse, ma sono costretti a fare lunghe file per fare rettificare agli uffici gli errori.
Complimenti per questa maggioranza e per questa giunta nata come BENE COMUNE, nata in modo alternativo ai partiti, nata per favorire la partecipazione della gente alla cosa pubblica, e alle istituzioni, nata per favorire il confronto, la concertazione con le forze sociali.
Complimenti per questa maggioranza e per questa giunta che ha deliberato questo capolavoro.

FRANCO PERSIANO Segr. Gener. SPI-CGIL Foggia

Altri articoli

Back to top button