ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

Teatro: Sdegno e amarezza – non si possono acquistare abbonamenti per la stagione teatrale

Riceviamo e pubblichiamo
Scrivo queste poche righe per denunciare una situazione ormai annosa ed insostenibile nella nostra città. Mi chiedo:” La cultura a San Severo è per tutti oppure è solo per pochi eletti?”
Come ogni anno, allettato da un attraente cartellone della stagione teatrale, cerco di abbonarmi, ma anche questa volta il mio tentativo è risultato vano.
A quanto afferma il “responsabile” del teatro, gli abbonati della stagione precedente hanno il diritto di prelazione, quindi coloro che non lo sono devono sperare negli eventuali posti restanti. Armato di santa pazienza, stamane, alle 10.00, mi sono recato presso il botteghino del teatro, dove già c’era una fila di persone che attendevono l’apertura alle ore 10.30. Lascio immaginare la confusione, dovuta alla poca organizzazione e chiarezza. Infatti, gente non più giovanissima e che proveniva anche da paesi limitrofi, dopo un’attesa di oltre un’ora, si è sentita dire, dopo pochi minuti, che i posti erano già finiti.
Ma è possibile che il nostro bellissimo teatro, una delle poche cose delle quali ci possiamo vantare, è organizzato in un modo così pessimo?Ma è possibile che un comune cittadino per avere speranza di poter accedere al teatro debba rivolgeresi all’amico consigliere o assessore?
Ma non è possibile riservare il 50% dei posti disponibili ai vecchi abbonati e il restante 50% alle altre persone, dando così la possibilità a TUTTI, anche alle persone di fuori città di godere degli spettacoli teatrali?
Concludo, lasciìandovi immaginare il disgusto e la delusione che ho visto negli occhi di queste persone, al ripresentarsi di situazioni a dir poco vergognose.

 

Ciro Primavera

Altri articoli

Back to top button