Comunicati

Compostaggio: Gli Attivisti 5 stelle si battono contro la costruzione dell’impianto

Gli AttiVisti 5 Stelle San Severo si stanno battendo con ogni mezzo lecito per impedire la costruzione, a pochi chilometri dall’abitato, dell’impianto di compostaggio da 60.000 tonnellate autorizzato con Delibera di Giunta n. 142 del 22 luglio 2015 con annessa convenzione tra il Comune di San Severo e l’impresa SAGEDIL.

Un impianto “mostruoso” se rapportato ai quantitativi di rifiuto umido (F.O.R.S.U.) attualmente prodotti dalla Città (appena 6.000 tonnellate). È evidente che tale impianto, costruito e gestito da privati, per funzionare dovrà importare rifiuti di altre Città e persino di altre Regioni. Infatti a poca distanza (Lucera) c’è già un impianto di altro privato capace di lavorare 230.000 tonnellate e poco più giù, in Deliceto, altro impianto di compostaggio.

Si appalesa, dunque, la valenza speculativa dell’iniziativa, che non è certamente diretta a soddisfare necessità del Territorio.

Non si capisce allora quale logica abbia suggerito alla Giunta Miglio di autorizzare l’insano impianto, senza peraltro consultare i cittadini per la rilevanza e l’impatto che la decisione determina.

E proprio per restituire ai cittadini il diritto di esprimersi e di pretendere dai suoi Amministratori il rispetto dell’ambiente e della salute, oltre che la tutela delle produzioni e dell’economia, che saranno compromesse dalla concentrazione di impianti nocivi (centrale elettrica ENPLUS, inceneritore a Scalo Rignano ed altri impianti di compostaggio anaerobico, seppure di ridotte dimensioni, nelle vicinanze), gli AttiVisti 5 Stelle San Severo hanno iniziato da qualche settimana a raccogliere le firme dei cittadini per ottenere la revoca di quella sciagurata Deliberazione di Giunta e la riconsiderazione delle possibili, sostitutive opzioni, che facciano riferimento ai Comuni dell’ARO FG4, al fine di proporre un più virtuoso modello condiviso di gestione e chiusura del circolo rifiuti, con un impianto pubblico aerobico dimensionato alle esigenze del Territorio, oltre ad ulteriori iniziative per tutti gli altri rifiuti (plastica, vetro, metalli, ecc…), che tenda da un lato ad armonizzare le diverse abitudini e raccolte di rifiuti e dall’altro a creare una cultura condivisa la quale possa ambire a soluzioni più avanzate come le compostiere di comunità e/o domestiche.
Tale modello era già a conoscenza della Giunta Miglio, essendo stato protocollato nel gennaio 2016, ma evidentemente ad accordi sotterranei già intercorsi e sconosciuti dalla cittadinanza, pur se non ancora operativi.
Testardamente continueremo a raccogliere le firme per ottenere un ascolto che non dovrebbe necessitare di simili iniziative per un’Amministrazione rispettosa delle basilari regole della democrazia e del rispetto verso i propri cittadini.

AttiVisti 5 Stelle San Severo.

San Severo, ___/___/_______.

​​​​​​per gli AttiVisti 5 Stelle San Severo
​​(nome, cognome + cell.)​_____________________________

Altri articoli

Back to top button