ComunicatiEventi

ACF: riunione del tavolo tecnico della Via Francigena

In programma, giorno 8 giugno a Palazzo Dogana alle ore 11.30, la  riunione del tavolo tecnico della Via Francigena, interverranno: il presidente della Provincia, l’avv. Francesco Miglio, il presidente dell’ACF , il dott. Gaetano Cusenza, il sindaco di San Giovanni Rotondo, il dott. Costanzo Cascavilla e il responsabile della segreteria di ACF,  il prof. Renato Di Gregorio,.

Mentre, il giorno 15 di giugno sempre a Palazzo Dogana alle ore 11.30, si terrà la riunione del tavolo di coordinamento politico con la Regione Puglia e Puglia Promozione.

Negli incontri precedenti il presidente Francesco Miglio e gli amministratori presenti avevano definito l’organizzazione da strutturare per far fronte al progetto di implementazione delle Vie Francigene che attraversano il territorio dauno,. definendo tre tavoli di coordinamento.

Un tavolo di coordinamento strategico composto dagli amministratori e guidato dal  presidente.

Un tavolo tecnico composto dai Responsabili dei servizi tecnici dei Comuni attraversati dalle Vie e dalla struttura tecnica della Provincia.

Una struttura di coordinamento organizzativo affidata alla segreteria di ACF e comprendente “camminatori”, associazioni, consulenti dei diversi Comuni, con l’obiettivo di coinvolgere le diverse organizzazioni del territorio: associazioni imprenditoriali, scuole, ecc.

Sulla scorta del committment avuto, la segreteria ACF, a partire dal 24 febbraio, con l’ausilio dei giovani del Master Accompagna, di Michele Del Giudice, del CAI e degli altri membri della struttura di coordinamento, ha stilato una prima bozza del Master Plan per l’implementazione del sistema delle Vie Francigene, presentato a San Giovanni Rotondo.

Si comunica inoltre che ad ottobre inizierà la terza edizione del Master Accompagna per animatori degli itinerari culturali europei e che entro il 21 di giugno, i giovani pugliesi, al dì sotto dei 35 anni, domiciliati nel Lazio, almeno da sei mesi, possono utilizzare il bando Torno Subito emesso dalla Regione Lazio per finanziarsi il Master.

Altri articoli

Back to top button