In evidenzaPrima pagina

Giuseppe Reale, poliziotto professionale ma anche tanto umano

Giuseppe e Alessandro lavorano nella Polizia stradale di Seregno e ne vedono tante. Ad ottobre per dirne una sono intervenuti per un incidente sulla strada statale 36 all’altezza di Monza e precisamente dentro ad un tunnel. Un mezzo pesante con rimorchio che procedeva nella corsia centrale, all’atto di rientrare nella prima corsia di marcia, per cause incerte non si è accorto della vettura con due donne che stava tranquillamente percorrendo proprio quella corsia riservata ai veicoli più lenti. Il risultato è stato di schiacciare la vettura contro la parete del tunnel. Le due, madre alla guida e figlia, dopo l’urto lamentavano dolori vari ma era la seconda a preoccupare subito Giuseppe poliziotto originario di San Severo (FG). La giovane donna, quasi al termine di una gravidanza si lamentava per dolori alla pancia, alla schiena, non sentiva più muovere il bambino e non aveva sensibilità a due dita di una mano. Inutile dire che in quei casi anche se la madre riporta solo contusioni il feto “sente” tutto lo stress di quanto accade e gli arriva una forte scarica di adrenalina. E c’era anche il rischio di un parto prematuro. Giuseppe ha chiamato subito l’ambulanza e altrettanto velocemente ha fatto spostare i mezzi fuori dal tunnel mentre Alessandro, l’altro agente ha chiuso la prima corsia e con le torce a terra e la bandierina di segnalazione si è occupato della viabilità, per la sicurezza anche degli automobilisti in transito. Giuseppe che è anche un neo papà ha tranquillizzato gli animi un po’ accesi dei due conducenti e si è dedicato alla gestante. Quello che aveva appreso con la moglie nei corsi di preparazione al parto gli è tornato utile per tranquillizzare e rincuorare la spaventatissima quasi mamma durante i minuti in attesa dell’ambulanza, che poi l’ha trasportata in ospedale. Quel poliziotto professionale ma anche tanto umano lei non lo ha dimenticato, tanto che pochi giorni fa è andato a trovarlo negli Uffici della Stradale proprio con il piccolino nato nel frattempo e ormai giovanotto di tre mesi

Agente LISA

Altri articoli

Back to top button