Comunicati

De Filippis: Prosegue il cammino della Lega – NcS

La corsa al posizionamento svoltasi nelle ultime settimane relativamente alle candidature
parlamentari ha creato notevole scompiglio che, a memoria, è stato tra i peggiori visti in ambito
politico, complice la legge elettorale che ha permesso giochi di potere indicibili. In tutta Italia le
scempiaggini circa le candidature sono state numerosissime e molti sono stati i territori penalizzati
e tra questi, ovviamente, anche il nostro. Le candidature nei collegi di camera e senato sarebbero
dovute essere diretta espressione dei territori tramite i vari coordinamenti provinciali ma, a causa
dei sotterfugi che troppo spesso hanno caratterizzato la vita politica del paese, così non è stato. I
coordinamenti provinciali e la volontà dei dirigenti di questi organi sono stati completamente
bypassati per favorire nomi che nulla hanno a che vedere col territorio votante e molti sono i nomi
decisamente improponibili che sono stati calati magari non dall’alto ma da quei rappresentanti
che avrebbero dovuto piuttosto tutelare l’unione di vedute all’interno dei vari partiti facenti parte
della coalizione di centrodestra (non che a centrosinistra siano messi meglio). La delusione è stata
enorme per molti militanti dei vari gruppi che avevano seguito il percorso dei vari simboli
mettendoci la faccia per portare avanti un ideale e per far avanzare in questi giochi elettorali uno o
più nomi scelti dalla comunità di riferimento. Per quel che riguarda Lega – NcS, di cui sono
rappresentante per San Severo e Capitanata Nord, avevamo un unico e solo obiettivo in vista
delle elezioni del 4 marzo ovvero portare avanti il nome e la relativa candidatura del nostro
commissario provinciale, dott. Roberto Fanelli, sia perché nome maggiormente indicato per tale
percorso vista l’esperienza maturata da lui in tantissimi anni di battaglie per la conduzione della
res publica sia perché unico nome indicato dalla collegialità provinciale durante più di una
assemblea. Il nome del dott. Fanelli è stato invece completamente escluso dalla lista dei candidati
nonostante l’enorme lavoro svolto da lui e, soprattutto, da tutto il direttivo provinciale negli ultimi
anni. Il risultato ovviamente è stato quello di dilaniare un gruppo solido facendo creare ad hoc
spaccature interne, preferendo nomi secondari, e giocando su più tavoli come la vecchia politica
ha malamente insegnato. Con questo voglio dire che tutte le voci e tutti gli articoli usciti negli
ultimi giorni, relativamente al partito di cui sono rappresentante territoriale, sono stati il frutto di
questi altalenanti giochi che hanno danneggiato il nostro territorio per l’ennesima volta e che
vedranno il loro misero frutto subito dopo il momento elettorale ormai prossimo. L’esclusione di
una provincia che ha portato numerosi tesserati e volti di rilievo nel partito sarà certamente un
chiaro segnale che dopo il 4 marzo si manifesterà in tutto il suo fragore. Se così invece non sarà
vorrà dire che dovremo fare ulteriori valutazioni per analizzare meglio le possibilità della nostra
capitanata di fare gruppo e di portare avanti unitamente un progetto solido di ripresa. Noi di Lega
– NcS San Severo giorni fa abbiamo inviato un comunicato alla dirigenza provinciale e quella
regionale col quale comunicavamo la sospensione temporanea di tutte le nostre attività fino alla
chiusura delle candidature per poter meglio dedicarci a capire i meccanismi torbidi che hanno
portato a questi problemi e, soprattutto, per poter preservare l’immagine di un gruppo da me
rappresentato composto da professionisti e gente rispettabile che non doveva assolutamente
aver nulla a che fare con questi giochi sporchi e meschini poiché, da sempre, siamo intenzionati a
dare nuovamente lustro al nostro territorio, cominciando dalla nostra città, evitando di ricadere in
quelle situazioni che da sempre caratterizzano le attività politiche. Il nostro obiettivo, che
proveremo a portare avanti con grinta alle prossima elezioni amministrative del 2019, è quello di
dare slancio ad una città piena di problemi sottovalutati o per nulla presi in considerazione
dall’ultima amministrazione comunale e lo faremo perseguendo nel nostro lavoro di risanamento
innanzitutto ideologico e nell’abbattimento di quel modus operandi perpetrato da troppi per
troppo tempo. Se il 5 marzo i risultati delle votazioni ci daranno ragione, mostrando ancora una
volta quanto la provincia unita avrebbe potuto dare slancio ad una realtà arretrata sotto ogni
punto di vista, avremo, purtroppo, raggiunto un piccolo risultato dimostrando che questo modo di
operare derivato da una politica ormai obsoleta a nulla porterà più. Prendersela per questo non
sarebbe assolutamente produttivo, anzi, quindi aspetteremo di vedere cosa accadrà certi che
questa situazione servirà a spronare ulteriormente sia noi che gli altri gruppi politici vessati da
tutto ciò; tutto questo servirà da concime per far fiorire il nostro territorio e per permetterci di
portare ai livelli di un tempo la nostra San Severo.
Marcello De Filippis
Referente Lega – NcS

Altri articoli

Back to top button