ComunicatiPrima pagina

4^ CICLOPASSEGGIATA MARIA SS DEL SOCCORSO, RISERVATA AI CICLOAMATORI ISCRITTI ALLA FEDERAZIONE CICLISTICA

Domenica 22 maggio 2022, nell’ambito delle celebrazioni per la festa patronale dedicata a Maria SS. Del Soccorso, si terrà la 4^ CICLOPASSEGGIATA MARIA SS DEL SOCCORSO, organizzata dall’A.S.D. “AMICI IN BICI SAN SEVERO”, in collaborazione con la Pro-Loco, con il Patrocinio del Comune di San Severo e che vedrà impegnati i cicloamatori iscritti alle associazioni sportive dilettantistiche accreditate, affiliate alla federazione ciclistica.

La manifestazione, dopo due anni di rinvii causa pandemia, è ritornata ad essere il principale avvenimento di riunione di tutte le squadre ciclistiche sanseveresi e non.

Gli atleti si raduneranno alle ore 8,00 in Piazza Incoronazione, per le operazioni preliminari e per l’occasione sarà recitata un preghiera di benedizione officiata da Don Andrea Pupilla, per ringraziare la Madonna affinchè protegga tutti gli atleti dalle insidie della strada.

Il percorso misura circa 65 km. ed è prevalentemente pianeggiante, con l’eccezione  di qualche leggera salita.

La partenza è fissata alle ore 8,30 e porterà il gruppo a sfilare per le vie principali di San Severo prima di imboccare la strada che porta a Torremaggiore.

Da Torremaggiore la carovana si sposterà in quel di San Paolo di Civitate e passando da Ripalta giungerà a Lesina,  dove è prevista una sosta sul lungolago ed un ristoro, dove gli atleti faranno scorta di energie per intraprendere la via del ritorno.

Da Lesina si passerà a Poggio Imperiale e poi ad Apricena, per giungere all’incirca alle ore 12,00 a San Severo in Corso Garibaldi, dove ci sarà un ulteriore ristoro e la consegna di un attestato a tutte le associazioni partecipanti.

L’intendimento dell’Associazione è quello di propagandare ed incentivare l’utilizzo della bicicletta sia a livello agonistico che amatoriale.

Ma soprattutto la manifestazione rappresenta un segno di sincera devozione verso Maria SS. del Soccorso, affinchè  protegga tutti coloro che vanno in bicicletta e ponga limiti all’imprudenza, all’imperizia  e alla negligenza dei ciclisti e di tutti gli utenti della strada.

LUIGI CENTUORI

Altri articoli

Back to top button