Prima pagina

4 strane passioni che possono trasformarsi in professioni

“Ama il tuo lavoro e non lavorerai mai un giorno in vita tua”, giá Confucio al tempo lo aveva capito. La nostra passione è qualcosa infatti che arriviamo ad amare cosí tanto da poterla fare gratuitamente. E qui non stiamo parlando solamente di passioni comuni come la musica, l’arte, lo sport, ecc. ma di passioni che agli occhi dei piú sembreranno davvero strane; eppure c’è chi con queste passioni tramutate in professioni è diventato addirittura milionario.

1)  La passione per la felicitá: Marci Shimoff

A Marci veniva sempre chiesto come fa a sorridere in ogni situazione e la sua risposta era sempre “Non lo so, mi viene naturale trovare sempre qualcosa di positivo in ogni situazione”. Da questo suo atteggiamento iper-positivo è cosí nata una carriera. Marci Shimoff è infatti un’autrice di bestseller, una leader di trasformazione e una dei principali esperti sulla felicità, il successo e l’amore incondizionato. In generale, tutti i suoi libri hanno venduto oltre 14 milioni di copie in tutto il mondo e sono stati nella lista dei bestseller del New York Times per un totale di 118 settimane. È inoltre relatrice principale a conferenze e seminari sull’autostima, la felicitá e l’auto-responsabilizzazione. Quindi con molta gioia – per rimanere in tema – possiamo dire che Marci Shimoff è riuscita a fare della sua passione per la felicitá e la positivitá una professione.

2) La passione per le carte: Mustapha Kanit

Chissá, magari tutto è iniziato da bambino giocando a Briscola o Scopa con i nonni. Non si sa, ma ció che importa è che Mustapha Kanit è il primo in classifica fra i giocatori di poker italiani. La sua fortuna? 9.189.125 dollari! Un buon punto di riferimento per tutti gli appassionati di carte lá fuori. C’è peró da dire una cosa: il poker non è un semplice gioco di carte, richiede infatti concentrazione assoluta, ottima memoria e capacitá di calcolo oltre la media, insomma non è per tutti.

Per chi volesse provare, le opportunitá per giocare a poker si trovano facilmente grazie ai vari operatori online che ora esistono anche in Italia. Fondamentale è sempre assicurarsi di trovarsi in un portale fidato come, ad esempio, controllando una recensione di Starcasino. Una volta trovato, sará possibile allenare le proprie capacitá di concentrazione, memoria e calcolo e, chissá, magari scoprire di non essere neanche cosí male.

3) Consulente di prigione: Larry Levine

Sí, avete letto bene: consulente di prigione. Si tratta di una figura alquanto controversa, con molte persone che si chiedono se davvero sia necessaria. Forse in questo caso non si parla di una vera e propria passione, ma ex carcerati, tra cui Larry Levine, sono riusciti incredibilmente a trasformare questa esperienza negativa nella loro fonte di reddito principale. Il curriculum di Levine? 10 anni di prigione, in alta, media e bassa sicurezza; insomma, un vero esperto.

Ma cosa fa esattamente un consulente di prigione? Semplicemente fornire consulenza a persone che devono affrontare un periodo in prigione, dare consigli su come prepararsi per la vita all’interno, su come affrontare problemi medici e addirittura dare suggerimenti su come ridurre le condanne. Sicuramente ognuno di noi spera di non averne bisogno.

4) La passione per lo sport: Dirk Paulsen

In questo caso non parliamo di uno sportivo professionista come potrebbe sembrare di primo acchito, ma di una passione molto molto piú particolare: le scommesse sportive. E’ sicuramente vero che i risultati non sono mai al 100% prevedibili e che una perdita è sempre da mettere in conto, ma c’è chi grazie ad un vero e proprio studio di giocatori, squadre, partite e campionati, ha fatto di questa passione una vera professione. Dirk Paulsen, ex professore di storia, è uno di questi. Dirk è riuscito ad elaborare un sistema di calcolo per le sue scommesse, inoltre lascia da parte qualsiasi emozione quando svolge il suo “lavoro”.

IMAGE 1

Altri articoli

Back to top button