ComunicatiIn evidenza

A San Severo accolta la delegazione di Bourg en Bresse, rinnovato il gemellaggio con la città.

Durante le giornate di giovedì 21 aprile e venerdì 22, l’Amministrazione Comunale di San Severo ha ospitato una delegazione di Bourg-en-Bresse, Comune francese con cui la città da anni intrattiene intensi rapporti di collaborazione e di amicizia, in quanto ivi risiedono molti cittadini originari di San Severo.

La delegazione è giunta in città giovedì pomeriggio ed è stata invitata a conoscere le varie cantine presenti, per poter così degustare ed apprezzare i prodotti tipici locali.

Venerdì 22 invece, dopo la visita mattutina ad un frantoio cittadino, è avvenuto l’incontro istituzionale presso Palazzo Celestini.

La delegazione è stata calorosamente accolta, anche attraverso doni simbolici, dal Sindaco Francesco MIGLIO; l’Assessore alla Cultura, Celeste IACOVINO; il vice Sindaco Salvatore MARGIOTTA; gli Assessori al Bilancio, Leo IRMICI e allo Sport Felice Carrabba, alcuni Consiglieri Comunali e autorità istituzionali.

Il Comune di Bourg è rappresentato dal Sindaco, Jean-François Debat; da Sylviane Chêne, Assessore alla Cultura e Relazioni Internazionali, da Françoise Prudent, Consigliere Comunale, Presidente della Commissione Cultura e Relazioni Internazionali, da Isabelle Tournayre, Capo di Gabinetto, Responsabile Relazioni esterne e da Marie Vincent, Funzionario incaricato delle Relazioni Internazionali. Presente anche il concittadino Enrico Palmieri che, da tanti anni vive a Bourg, dove è presidente dell’associazione franco italiana Le Rondini Pugliesi.

Nel pomeriggio invece previste le visite presso il centro storico per ammirare altresì le Chiese e la bellezza dei Campanili. Ancora la visita al Teatro “Verdi”, sotto la guida del professor Emanuele D’ANGELO e, per finire, un giro al Museo dell’Alto Tavoliere, concludendo un percorso conoscitivo sicuramente arricchente gli animi dei graditi ospiti e visitatori.

Il legame che unisce la città di San Severo a quella di Bourg-en-Bresse continua dunque a rinsaldarsi non solo attraverso scambi istituzionali, ma anche attraverso scambi culturali ed amichevoli come solo un buon gemellaggio di fratellanza potrebbe riuscire a tradursi.

Altri articoli

Back to top button