EventiPrima pagina

A Vico “Un libro per amico” inizia con l’omaggio a Falcone e Borsellino

Sabato 9 luglio, l’intervista di Antonella Laganella ad Andrea Leccese, autore di “Malapuglia”,

Quarta edizione della rassegna dedicata ad autrici, autori, lettrici e lettori in Piazzetta del Conte

VICO DEL GARGANO (Fg) Prenderà il via sabato 9 luglio, alle ore 21.30 in Piazzetta del Conte a Vico del Gargano, la quarta edizione di “Un libro per amico”, rassegna di incontri e dibattiti con le autrici e gli autori di opere letterarie, saggi, romanzi. Organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Vico del Gargano retto dall’assessore Rita Selvaggio, la rassegna comincerà con la presentazione di “Malapuglia”, di Andrea Leccese, storia ed evoluzione delle organizzazioni mafiose in Puglia: l’autore sarà intervistato da Antonella Laganella.

“Ci è sembrato doveroso e significativo”, ha spiegato Rita Selvaggio, “dedicare la serata d’esordio della rassegna a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, quando sono passati esattamente 30 anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio. La questione della lotta alle mafie è centrale per la nostra terra e per tutto il Paese”. Andrea Leccese, autore di Malapuglia, è nato nel 1976 a San Severo, ma il suo paese è Rodi Garganico. Ha studiato a fondo le origini e le dinamiche del fenomeno malavitoso per come si è sviluppato in Capitanata e in tutta la Puglia. Nel 2009, è stato tra i vincitori del Premio Nazionale Paolo Borsellino.

“Un libro per amico è una rassegna che è cresciuta molto negli ultimi anni”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino, “abbiamo fatto bene a credere in questa manifestazione e a valorizzarla edizione dopo edizione”.

GLI EVENTI DI LUGLIO. Il 10 luglio, sempre alle 21.30 in Piazzetta del Conte, spazio a “La vita privata di Giulia Schucht” e all’autrice Lucia Tancredi, che racconterà il suo libro dialogando con Ivana Schiaffi. Lunedì 11 luglio, Lucrezia Cilenti intervisterà Vito Carrassi su “Il lago e la città sconosciuta”, una leggenda eziologica nel Gargano settentrionale.

Venerdì 15 luglio, sarà la volta di “Imparate dal Sud”: l’autore Lino Patruno, giornalista e penna storica de La Gazzetta del Mezzogiorno, sarà intervistato dalla sua collega Tommi Guerrieri sulla centralità del Meridione per lo sviluppo dell’Italia e di tutto il Mediterraneo. Sabato 23 luglio, il neologismo riparatore di Laura Marchetti con la sua “Matria” verrà indagato e svelato attraverso le domande di Rosa Porcu. Serata al femminile plurale anche quella di giovedì 28 luglio con “Controra” di Katia Ricci e l’intervista condotta da Rosa Serra. Domenica 31 luglio, invece, viaggio di parole “Dalla collina di Spoon River alle colline di San Menaio”: fatti, personaggio, aneddoti in una delle capitali del turismo pugliese saranno ripercorsi nel racconto di Giuseppe Maratea e col contributo del Laboratorio K “Massimo Montagano”.

INCONTRI D’AGOSTO. Sabato 6 agosto, in una conversazione con Anna Maria Cotugno, si coglieranno i ‘messaggi dal Paradiso’ in un vero e proprio “Carosello di letture Dantesche”. Sulla stessa scia immaginifica, martedì 9 agosto sarà dedicato a “Il comportamento magico”, opera di Antonio Bellomo e Antonietta Pistone, tra storia, etnologia, psicologia e psicopatologia del fenomeno sociale. A condurre l’intervista sarà Desirée Gervasio. Il 9 agosto sarà presente Pierpaolo Limone, rettore dell’Università di Foggia.

Il titolo della serata di giovedì 11 agosto è “Tracce del nostro cammino”, le donne del Gargano si raccontano attraverso le domande di Anna Maria Cotugno. Sabato 13 agosto sarà Geppe Inserra a intervistare Giuseppe Messina per scoprire “Papaveri rossi, il soffio caldo del favonio”. Sabato 20 agosto, unico appuntamento che si svolgerà nell’auditorium comunale anziché in Piazzetta del Conte, Giuseppe Maratea dialogherà con Antonio Motta su “Una vita per il giornalismo: Francesco Maratea tra Aventino, Liberazione e Tempi nuovi”.

Altri articoli

Back to top button