ComunicatiPrima pagina

ACCORDO STORICO PER IL TRASFERIMENTO DI ACQUA DALLA CAMPANIA ALLA PUGLIA

Una notizia che non può che far piacere a tutti i Cittadini della Puglia. Infatti il Presidente del Gruppo del Partito Democratico nel Consiglio Regionale pugliese FILIPPO CARACCIOLO è stato fra i primi ad annunciare nei giorni scorsi lo storico accordo tra le regioni Campania e Puglia per il trasferimento di risorse idriche dalla terra campana a quella pugliese. <<Quello sottoscritto tra la Regione Puglia, la Regione Campania e l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale per la regolamentazione del trasferimento idrico interregionale tra Campania e Puglia e per la gestione della galleria cosiddetta ‘Pavoncelli bis’ è decisamente un accordo che fa storia. Il trasferimento dell’acqua dalla Campania alla Puglia – ha dichiarato in proposito CARACCIOLO – avverrà assicurandone la sostenibilità tecnica, ambientale, sociale ed economica. Tutto passerà dalla galleria ‘Pavoncelli bis’, alternativa alla galleria ‘Pavoncelli’ costruita agli inizi del ‘900 per trasportare le acque della Campania alla Puglia e fortemente danneggiata oltre che dallo scorrere del tempo dai numerosi eventi sismici avvenuti nel corso del 1900. Secondo l’accordo di programma appena firmato – prosegue il Consigliere regionale del PD – il soggetto gestore della galleria ‘Pavoncelli bis’ sarà l’ACQUEDOTTO PUGLIESE. Il ristoro economico che la Puglia riconoscerà alla Regione Campania è di 6 CENTESIMI DI EURO A METRO CUBO DI ACQUA. Il ristoro avrà il vantaggio di essere utilizzato, sin da subito, nei territori interessati dal prelievo di acqua, per la tutela ambientale e della stessa acqua che giunge nella nostra regione. Puglia e Campania hanno fatto rete con l’obiettivo di una modernizzazione sostenibile che porti alla crescita contemporanea delle due Regioni. Rivolgo per questo – conclude il presidente del Gruppo PD – il mio plauso al presidente MICHELE EMLIANO, alla dott.ssa VERA CORBELLI (Segretaria Generale dell’Autorità di Bacino dell’Appennino Meridionale) e a tutti coloro hanno reso possibile il raggiungimento di questo importante risultato politico-amministrativo per le due regioni meridionali”.

Altri articoli

Back to top button