ComunicatiPrima pagina

ALBERTO GUERRIERI, GIOVANE E VINCENTE STARTUPPER

Alberto GUERRIERI, brillante ragazzo iscritto al Politecnico di Torino, nonché ex studente dell’ISISS “Fiani-Leccisotti” di Torremaggiore, è risultato uno dei vincitori della sfida Digital Challenge Internazionale “Future Education”, promossa dal Commissariato per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai, in collaborazione con UNESCO Education e Rewired .

“Non poteva che essere vincente Alberto”, esclama con emozione la sua insegnante d’Inglese Ida CEPARANO ed è risaputo che il legame affettivo tra prof e ragazzi continui nel tempo, attraverso un vincolo che può rinsaldarsi ancora di più nel corso degli anni, mantenendo vivi i ricordi dei momenti trascorsi sui libri, tra i banchi di scuola durante giornate uggiose ed assolate, con penne e matite spuntate, sguardi assorti, attenti o distratti…il tutto parte di un percorso di crescita indimenticabile per ognuno.
“Se penso al suo spiccato interesse per il mondo digitale ed al suo costante impegno che gli hanno permesso di crescere nell’ambito scolastico fino a farlo diventare uno startupper, il mio animo si riempie di gioia”, esulta la prof CEPARANO, quasi come parlasse di un proprio figlio.
Anche gli altri Insegnanti ed il Dirigente Scolastico Carmine COLLINA si complimentano con entusiasmo, felici di averlo accompagnato nel suo percorso scolastico.
Tornando al progetto vincitore TEAM42 in cui Alberto ha lavorato, esso ha promosso un’applicazione, LEAP, la quale mira a colmare la mancanza di inclusività nel sistema educativo attuale. La sua combinazione tra lo scorrimento verticale, caratteristico dei social media, e la presenza di contenuti inerenti il mondo dell’educazione lo rendono accessibile a tutti.
“L’applicazione che seguirà dopo una fase di progettazione di 6 mesi, verrà lanciata in primis nei paesi scandinavi e baltici. Il progetto ha alla base valori come la curiosità ed il senso di comunità che danno ai ragazzi l’accesso ad una conoscenza flessibile”, informa l’insegnante Ida CEPARANO.
“Ogni volta che un utente sarà beneficiato di una premialità, l’azienda sponsor del premio integrerà il suo contributo, investendo nella piantagione di un nuovo albero che prenderà il nome dello studente partecipante al programma: segno tangibile volto a mostrare l’importanza della sostenibilità in un mondo minacciato dall’inquinamento e dal riscaldamento globale”, puntualizza la prof, evidenziando il nobile fine di tale progetto.
Ed ora uno startupper di Torremaggiore dalla personalità curiosa e dinamica, sulle cui orme si incammineranno altri giovani talenti e, noi adulti, saremo sempre lieti di augurare una vita ricca di soddisfazioni meritate, come se si trattasse proprio di nostri figli.

Altri articoli

Back to top button