ComunicatiIn evidenza

Alfredo Di Carlo, over 80, si sta occupando, volontariamente, delle aiuole di via Filippo d’Alfonso. “Dov’è il comune?”, dice Bentivoglio.

Un vero esempio di alto senso civico, di cui può vantare la comunità Sanseverese, è quello di Alfredo Di Carlo, già impiegato comunale. Ha più di ottantanni, il sig. Di Carlo,e si sta prendendo cura degli spazi verdi di via Filippo d’Alfonso. Un impegno costante, fatto con perizia e garbo architettonico. “Grazie ai residenti di via d’Alfonso, agli agenti del commissariato di Polizia e allo studio Clemente, si sono raccolti fondi per comprare i fiori, il terriccio e altri accessori per adornare e tenere in ordine le piccole aiuole sottostanti gli alberi della strada – ha dichiaratoRaffaele Bentivoglio, coordinatore nazionale del MID (Movimento Italiano Disabili). I contributi sono stati liberi e volontari e si è trattato di una vera dimostrazione di civiltà. Quegli spazi erano diventati oggetto di ogni pattume, a cominicare dagli escrementi dei cani, non raccolti dai proprietari. Tornando agli alberi, inoltre, sarebbero da potare ed alzarei rami, perché sono ad altezza uomo e risultano pericolosi pur essendo molto belli”. Le conclusioni di Bentivoglio: “Sarebbe opportuno che chi a livello comunale è responsabile della gestione del verde pubblico, si attivi per tenere in ordine e in sicurezza gli alberi. Il comune paga la cooperativa deputata alla tenuta conforme  del verde pubblico, con i soldi dei cittadini sanseveresi. Noi ci siamo mossi d’iniziativa e per realizzare ‘il bello’ e per tenere in ordine la strada. Grande l’impegno di Alfredo Di Carlo che tutte le mattine inaffia i fiori e fa la manutezione. In città, però, manca il senso del decoro urbano. Manca la cura del verde pubblico. Mi risulta che ci sono altre zone della città, che necessitano della piantumazione degli alberi divelti o della pulizia delle erbe infestanti. Anche la stessa piazza Allegato, definita ‘il salotto’ della città, si presenta in condizioni deprecabili agli occhi degli emigranti che stanno per tornare a San Severo. Forse si potevano già avviare i lavori”.

Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button