ComunicatiPrima pagina

Alla “Petrarca Padre Pio” una settimana Erasmus per prendersi cura del Pianeta.

Pensa che grande rivoluzione planetaria ci sarebbe se milioni di ragazzi di tutte le parti del mondo con i loro zaini sulle spalle cominciassero ad andare in giro per la natura, afferma Jack Kerouac.
Ed è quello che i professori dell’Istituto Secondario di I grado “Petrarca Padre Pio” hanno cercato di fare durante la settimana Erasmus dal 13 al 17 giugno 2022 con le scuole partner provenienti dalla Polonia, Ungheria, Turchia, Spagna, Portogallo. Ogni singolo individuo conta. Nessuno è troppo piccolo per fare la differenza. E per questo il progetto Erasmus + “Becoming European Ecocitizens” (BEE) si prefigge di rendere i nostri ragazzi futuri cittadini responsabili. Conoscere le bellezze del territorio, capire i pericoli che mettono a rischio il pianeta e provare ad agire nel proprio piccolo per salvare madre Terra, sono sicuramente gli obiettivi che hanno caratterizzato il programma della mobilità Erasmus.
Accolti dalla splendida cornice del Museo dell’Alto Tavoliere, le delegazioni hanno imparato a distinguere le caratteristiche dell’ecomafia. Crimine che diventa un ossimoro con la giornata seguente immersi nella Foresta Umbra e nella baia di Cala Molinella dove i trabuccolanti Natale e Michele ci hanno affascinato con le loro storie di pesca ecosostenibile.
Ma essere cittadini attivi significa anche dare il buon esempio e la natura la si protegge promuovendo l’uso della bicicletta negli spostamenti in città.
Grazie alla preziosa collaborazione con l’ADS “Amici in Bici di San Severo”, nella persona del presidente Luigi Centuori, con l’associazione FIDAS e la dott.ssa Villani e infine con la Polizia Locale, nella persona del commissario Felice Cafora, è stato possibile organizzare la pedalata aperta a tutta la cittadinanza sanseverese mercoledì 15 giugno 2022. Una festa conclusasi con il ricco ristoro allestito e curato dalle famiglie nel giardino dell’istituto scolastico “Petrarca Padre Pio” .
Ha ragione Ernest Hemingway quando chiosa che la Terra è un bel posto e vale la pena lottare per lei. E se non ne siamo ancora convinti basta ripercorrere i momenti salienti della giornata alle Isole Tremiti dove tutti hanno ammirato il paradiso marino tremitese. E a fine giornata i volti dei ragazzi mostravano la loro volontà nel prendersi cura di questi posti unici nel loro genere.
E poi arriva l’ultimo giorno carico di lacrime, abbracci e parole non dette. Parlano gli sguardi, un misto di tristezza e spavalderia di chi fa il duro. No, non si piange, tanto poi ci si rivede un giorno, ci sentiremo sui social ma anche il più sicuro dei ragazzi cede poi al pianto. Ma nessuna distanza temporale né spaziale può indebolire l’amicizia di due persone che credono ognuna nel valore dell’altra.
Ora il programma continua a settembre in Portogallo, dove i nostri alunni saranno protagonisti ancora una volta del progetto BEE.E’ doveroso concludere l’articolo ringraziando la nostra Dirigente, prof.ssa Carmen dell’Oglio che ha appoggiato con entusiasmo tutte le iniziative in programma, la DSGA, dott.ssa E.Mundi e tutto il personale ATA che instancabilmente ha collaborato giorno dopo giorno con la referente e i docenti della Commissione Erasmus. In ultimo, ma non per importanza, desideriamo rivolgere i nostri ringraziamenti alle famiglie che da sempre credono in noi e che ci sostengono. Ospitare ragazzi provenienti da altri paesi è un’esperienza che ha arricchito tutti perché l’Erasmus non lo puoi raccontare. Lo devi provare. Lo devi vivere.

La commissione Progetto Erasmus BEE
Prof.ssa Mariachiara Giarnetti
Prof. Antonio S. Sciscioli
Prof.ssa Adriana Solimando
Prof.ssa Maria CentuorI

Altri articoli

Back to top button