Comunicati

APPROVATO A LIVELLO MINISTERIALE IL PROGETTO DELLA NOSTRA PREFETTURA IN FAVORE DEI CITTADINI STRANIERI

APPROVATA DALL’AUTORITA’ DI GESTIONE DEL FONDO “F.A.M.I.” DEL MINISTERO DELL’INTERNO LA PROPOSTA PROGETTUALE INOLTRATA DALLA PREFETTURA DI CAPITANATA IN PARTENARIATO CON L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA, LA REGIONE PUGLIA E L’A.S.L. DI FOGGIA PER L’ INCLUSIONE SOCIALE E L’ ACCOGLIENZA DEI CITTADINI STRANIERI. ECCO IL COMUNICATO, FIRMATO DAL CAPO DI GABINETTO DR.SSA DANIELA APONTE, DELLA PREFETTURA FOGGIANA CHE OSPITIAMO VOLENTIERI:
E’ stato ammesso il Progetto presentato da questa Prefettura in partenariato con l’Università degli Studi di Foggia, la Regione Puglia e l’A.S.L. di Foggia con l’obiettivo di migliorare la governance locale degli interventi di accoglienza dei cittadini stranieri, avente per titolo “Orientamento ed inclusione”. Le azioni, finanziate a valere sul FONDO ASILO MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) del Ministero dell’Interno, sull’ Obiettivo Specifico 2-Obiettivo nazionale 2.3-Capacity building, proseguono e consolidano il percorso avviato a partire dal 2009 con i finanziamenti del Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi 2007-2013. Il Progetto prevede diverse azioni di integrazione e inclusione riferite sia ai servizi sanitari, legali e di mediazione linguistica, sia ad aspetti più innovativi, come la realizzazione di una ‘app’ scaricabile su smartphone , IPAD etc , da implementare con le informazioni riferite ai servizi di interesse per i cittadini stranieri nonché una sezione dedicata alla rilevazione della capacity building (bilancio delle competenze) per un campione di immigrati. L’iniziativa costituisce un nuovo tassello del mosaico di azioni pianificate nel breve, medio e lungo periodo dal tavolo permanente di coordinamento insediato dal Prefetto, dr.ssa MARIA TIRONE, lo scorso 6 luglio in Prefettura in attuazione del “protocollo nazionale per il contrasto del caporalato e dello sfruttamento lavorativo in agricoltura-cura-legalità-uscita dal ghetto”, siglato a Roma lo scorso 27 maggio tra il Ministro dell’Interno, il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali e il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, le Regioni PUGLIA, Basilicata, Calabria, Campania, Piemonte e Sicilia, le organizzazioni sindacali FLAI-CGIL, FAI-CISL e UILA-UIL, le associazioni di categoria COLDIRETTI, CONFAGRICOLTURA, CIA e COPAGRI, CARITAS, LIBERA. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, CROCE ROSSA ITALIANA, ACLI TERRA e ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE. L’attività di coordinamento svolta dal Prefetto TIRONE ha altresì favorito, nel rispetto delle competenze di ciascun soggetto coinvolto, la stipula di accordi locali discendenti dal citato protocollo nazionale che promuovono concrete azioni nei rapporti di lavoro a garanzia delle condizioni di legalità nonché di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro nonché la realizzazione di una rete di relazione tra Istituzioni, Enti e Associazioni, consolidata da una circolarità delle informazioni e dal responsabile coinvolgimento delle componenti del tavolo e dei cittadini stranieri extracomunitari e comunitari, destinatari degli interventi. Le graduatorie dei progetti ammessi al finanziamento e le intese sono consultabili sul sito istituzionale di questa Prefettura WWW.PREFETTURAFOGGIA.IT. —

Altri articoli

Back to top button