EventiPrima pagina

APRICENA: GIOVANI E DROGA: MERCOLEDI’ 29GENNAIO ORE 9,00 AUDITORIUM SCUOLA SUPERIORE “FEDERICO II”, GIORNATA DIPREVENZIONE E SENSIBILIZZAZIONE CON

APRICENA. – Continua la campagna di sensibilizzazione nei confronti della popolazione apricenese verso la legalità e le buone pratiche del vivere civile. L’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Antonio Potenza, da sempre in prima linea su questi temi, ha voluto dedicare questo momento ai più giovani. Il tema scelto per questo iniziativa di crescita collettiva, condivisa ed apprezzata dalla Prefettura di Foggia, è LA DROGA: CONOSCERE PER PREVENIRE.

Di grandissima qualità il parterre dei relatori, con la eccezionale e graditissima presenza del QUESTORE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA, Dott. Paolo Sirna, che illustrerà i legami tra la droga e la criminalità.

Interverranno anche il Provveditore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, la dott.ssa Tatiana Episcopo, la Dott.ssa D’Andretta, psicologa dell’ASL, l’avvocato Maria Chiara Panella, le prof.sse Maria Luisa Sticozzi e Santina Francavilla.

L’evento, già pianificato da tempo e fortemente voluto dal Sindaco e dal vice Presidente della Provincia di Foggia, Anna Maria Torelli, è stato organizzato in collaborazione con la Provincia di Foggia e l’Istituto Scolastico “Federico II”, per cui si ringrazia il Presidente Nicola Gatta e la dirigente Alessia Colio.

“Siamo contenti di questa iniziativa” – dichiara il Sindaco Antonio Potenza – “in questi anni abbiamo cercato in diversi modi ed in più momenti, di sensibilizzare la nostra popolazione su questi temi attuali. Ringrazio il Prefetto di Foggia, Dott. Raffaele Grassi, per aver espresso parole di apprezzamento per questa nostra idea, il Questore per l’entusiasmo che ci sta ha trasmesso nel condividere questo momento per i nostri ragazzi, la Scuola per l’utilissima collaborazione. Il nostro territorio, anche alla luce degli ultimi tristi eventi accaduti in tutta la provincia, oltre alle utilissime manifestazioni di protesta e di condanna, ha bisogno di gettare le basi culturali e morali, contaminando positivamente alla radice il nostro futuro, pertanto non si può che partire dai giovani, dalle scuole, che lo rappresentano” – conclude il Sindaco.

Altri articoli

Back to top button