CronacaPrima pagina

ARRESTATI UN BARLETTANO E DUE  CERIGNOLANI PER NUMEROSI REATI

LA POLIZIA ARRESTA UN BARLETTANO E DUE  CERIGNOLANI PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI SOSTANZA STUPEFACENTE, LESIONI PERSONALI  AGGRAVATE ,  INOSSERVANZA DEGLI OBBLIGHI DELLA SORVEGLIANZA SPECIALE DELLA P.S. , RICETTAZIONE E RICICLAGGIO DI UN’AUTOVETTURA.

Nella mattina dello scorso 22 giugno, personale del Reparto Prevenzione Crimine di San Severo, con la collaborazione di personale del Commissariato di P.S. di Cerignola,  arrestava G.D.N.  cl.1977, barlettano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente di diverso tipo.

In particolare, nel corso di un posto di controllo, G.D.N.  dava segni di insofferenza e, pertanto, veniva sottoposto a perquisizione personale, nel corso della quale si rinvenivano e sequestravano grammi 10 di cocaina e 12 di marijuana. La successiva perquisizione presso l’abitazione del predetto consentiva di rinvenire e sequestrare ulteriori circa 40 grammi di marijuana.

G.D.N., dopo le formalità di rito, veniva associato alla Casa Circondariale di Foggia. In sede di udienza di convalida, la competente A.G. disponeva la scarcerazione e contestuale applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla P.G..

Nella mattinata del 28 giugno, personale del Commissariato di P.S. di Cerignola veniva tratto in arresto M.U. cl.65, cerignolano, in esecuzione di ordine di carcerazione, dovendo lo stesso espiare la pena di anni uno e giorni 21 di reclusione per lesioni personali aggravate ed inosservanza degli obblighi della Sorveglianza Speciale della P.S.. Lo stesso, dopo le formalità di rito, veniva accompagnato presso l’abitazione, per ivi rimanere in regime di detenzione domiciliare.

Nel primo pomeriggio del 29 giugno, personale in servizio di volante del Commissariato di P.S. di Cerignola, si recava in un’autodemolizione di Cerignola, ove era stata segnalata la presenza di un’autovettura di grossa cilindrata, rubata la mattina dello stesso giorno ad Andria. Sul posto, si aveva la presenza dell’auto, in gran parte smontata e priva di targhe e la presenza di S.T. cl.1976, con precedenti specifici, che, pertanto, veniva tratto in arresto per ricettazione e riciclaggio.

S.T., dopo le formalità di rito, veniva associato alla Casa Circondariale di Foggia, a disposizione della competente A.G.. In sede di udienza di convalida, la competente A.G. applicava a S.T. la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Altri articoli

Back to top button