ComunicatiCronacaIn evidenzaPrima pagina

ARRESTATO ILPRESUNTO ASSASSINO DELL’80ENNE ANTONIO CARAFA: IN PORTO LA VASTA CACCIA ALL’UOMO DEI CARABINIERI

Gli approfondimenti degli esperti della ‘Scientifica’ dell’Arma nella casa dell’assassinato di Via Pignatelli e le meticolose indagini su tutto il territorio sanseverese hanno dato vita ad una vera e propria caccia all’uomo che ha rapidamente condotto i carabinieri della Compagnia di San Severo all’arresto del presunto autore dell’omicidio del pensionato 80enne ANTONIO CARAFA (nella foto). Il presunto omicida, di nazionalità bulgara, pare abbia 35 anni d’età e sia domiciliato in un’abitazione del centro storico della nostra Città. Gli inquirenti non escludono che il bulgaro che dovrebbe aver commesso il brutale assassinio possa aver agito insieme ad un complice; in proposito continuano alacremente le indagini sul territorio degli uomini dell’Arma che non hanno lesinato approfondimenti sulla posizione di numerose persone per trovare poi il bandolo della matassa che ha portato ad appuntare l’attenzione sul bulgaro presunto omicida. L’uomo, dopo una lunga giornata e nottata di interrogatorio dei carabinieri, è stato arrestato e portato in carcere a Foggia. In queste ore si terrà a Foggia una conferenza stampa dei vertici provinciali e cittadini dell’Arma che fornirà tutti i dettagli sull’importante operazione che potrebbe aver messo un punto fermo sull’omicidio avvenuto nell’abitazione di ANTONIO CARAFA e che è subito rimbalzato sulla cronaca nazionale attraverso la carta stampata, la televisione, la radio e tanti siti internet che fanno informazione.

Questa nostra testata on line e l’edizione cartacea de LA GAZZETTA DI SAN SEVERO che sarà in edicola oggi, venerdì 4 marzo, aggiorneranno con un ampio approfondimento la notizia dell’arresto del presunto assassino di CARAFA che dà merito al lavoro di indagine svolto dai nostri carabinieri ai quali già possiamo indirizzare il plauso ed il vivo encomio della gente di San Severo e della zona della quale la nostra Città è importante punto di riferimento geografico e sociale.

LA REDAZIONE

 FOTO ANTONIO CARAFA

Altri articoli

Back to top button