CronacaPrima pagina

ARRESTATO PER RESISTENZA 34ENNE NIGERIANO TROVATO A BORDO AUTOVETTURA DI PRESUNTA PROVENIENZA FURTIVA.

Nei giorni scorsi i carabinieri della Stazione di Stornarella hanno arrestato per resistenza a P.U. un soggetto 34enne di origine nigeriano, trovato a bordo di un’autovettura di presunta provenienza furtiva.

I militari della Stazione Carabinieri di Stornarella stavano effettuando un posto di controllo in Via Stornara, quando improvvisamente scorgevano un’autovettura Fiat 500 bianca proveniente dal Comune di Stornara. A bordo vi erano due soggetti che alla vista degli operanti e al fine di eludere il controllo, compivano una repentina inversione a “U” dandosi alla fuga. Immediatamente i militari si ponevano a sirene spiegate all’inseguimento del veicolo che percorreva le vie cittadine a velocità sostenuta mettendo in pericolo gli utenti della strada, anche con manovre a zig zag. Ad un certo punto i due fuggitivi, temendo di essere raggiunti abbandonavano il veicolo e continuavano a scappare nelle campagne limitrofe. La reazione dei militari è stata decisiva, infatti uno dei due carabinieri riusciva subito a raggiungere il conducente della Fiat 500 che però dimenandosi e buttando a terra l’operante tentava di riprende la fuga. Subito veniva bloccato dall’altro carabiniere che era giunto in aiuto del collega. Sono ancora in corso indagini per l’identificazione del passeggero che è riuscito a dileguarsi. In ogni caso il Nigeriano è stato tratto in arresto per la resistenza effettuata che ha causato anche una lesione alla caviglia destra al carabiniere che era stato strattonato. L’azione posta in essere dai malfattori è probabilmente dovuta al fatto che l’auto fosse di natura furtiva. Sono ancora in corso accertamenti per stabilirne la provenienza illecita.
Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato al carcere di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che successivamente, ha condiviso il quadro probatorio, convalidando l’atto della Polizia Giudiziaria.

Altri articoli

Back to top button