CronacaPrima pagina

ARRESTI BUTTOL- BANDA DEL BUCO. SI ATTENDE L’ESITO DELL’UDIENZA DI CONVALIDA.

Questa mattina, alle ore 10,30, presso gli Uffici della Procura della Repubblica di Foggia, nel corso di una Conferenza Stampa, sono stati resi noti alcuni particolari riguardo l’incendio alla BUTTOL.

Si è trattato di un gravissimo incendio, di cui non era stata esclusa la natura “dolosa” e che, all’alba dello scorso 26 Gennaio si era sviluppato all’interno del deposito della BUTTOL, l’azienda incaricata per la raccolta differenziata dei rifiuti, nella città di San Severo, il cui contratto era in scadenza il 12 febbraio 2020.

Dopo una serie di accurate indagini ed un’importante azione sinergica tra la Procura della Repubblica ed i Carabinieri, in due distinte operazioni, sono stati arrestati contemporaneamente i responsabili del rogo perpetrato in danno di tale Ditta di Raccolta e Smaltimento dei rifiuti ed i componenti della cosiddetta “BANDA DEL BUCO”, autori di numerosi furti ai danni di esercizi commerciali in provincia e in altre regioni.

Sono stati dieci gli arresti eseguiti nel corso della notte dai Carabinieri del Comando di Foggia, su disposizione della locale Procura della Repubblica, che aveva diretto le indagini e dando esecuzione a due distinte ordinanze di custodia cautelare.

Per la questione relativa alla BUTTOL si è già proceduto a due arresti, invece per quanto riguarda la BANDA DEL BUCO, l’Avvocato Christian PADALINO, difensore di fiducia di uno degli otto arrestati, attualmente sottoposto alla misura cautelare della custodia in carcere, dichiara di aver accompagnato lui stesso, alle prime ore di stamattina, il proprio assistito perché si costituisse presso la Caserma dei Carabinieri “Guglielmi” di Foggia.
Immediata è stata, a suo carico, la contestazione di “attiva partecipazione ad un consesso delinquenziale” a composizione Foggiana/Sanseverese, dedito alla programmazione di furti e successivamente al piazzamento della refurtiva presso tabaccherie interessate alla ricettazione di ingenti quantità di stecche di sigarette.

“AVVOCATO PADALINO PUÒ RICOSTRUIRE IL RAGGIO DI AZIONE DEL GRUPPO?”
“Stando alle ipotesi degli inquirenti le azioni criminose sono state prevalentemente dirette contro tabaccherie e gioiellerie, anche fuori Regione”.

Sconcertante è stato il doppio colpo messo a segno, in una settimana, in danno di una tabaccheria di Lesina, sempre programmato nella notte successiva al carico.
Stimato un giro di affari di circa € 150.000,00.
Fitte sono state dunque le indagini dei Carabinieri che, per mezzo di intercettazioni ambientali, hanno portato il GIP del Tribunale di Foggia ad emettere l’ordinanza eseguita oggi.
Si attende ora l’esito dell’udienza di convalida per gli otto arrestati della “Banda del Buco”.

Elisabetta Ciavarella

Altri articoli

Back to top button