ComunicatiIn evidenza

ASSOCIAZIONE PRO LESINA MARINA: “L’AMMINISTRAZIONE DI LESINA NON VEDE IL DISASTRO DELLA SUA MARINA”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Da un po’ di tempo leggiamo (vere o presunte?) interviste all’Assessora GINA PALMIERI su Marina di Lesina che ci lasciano molto perplessi in quanto si ha la netta sensazione che l’Assessora parli di un’altra localitàL’Associazione, da quasi nove anni, sta operando sul territorio di Marina di Lesina con l’intento di valorizzarlo per la sua bellezza e per le varie peculiarità che la rendono potenzialmente una PERLA RARA. Purtroppo non solo d’estate, visto che la nostra Associazione lavora tutto l’anno, SIAMO CONTINUAMENTE COSTRETTI A DENUNCIARE SITUAZIONI ALLUCINANTI DA TERZO MONDO. La nostra lettera di Ferragosto (Celebrazione del funerale di Marina di Lesina) è stata la nostra ultima e disperata denuncia per cercare di colpire il cuore di chi vuole veramente bene a Marina di Lesina. Da questa lettera estraiamo alcune parti perché si conosca la Marina di Lesina che conosciamo e viviamo noi e che poi è quella VERA.

SITUAZIONE IGIENICA A MARINA DI LESINA — a) L’intero territorio si trova in uno stato di abbandono e di sporcizia; b) I cassonetti, ridotti ancora come numero rispetto allo scorso anno, traboccano di rifiuti solidi e di qualunque tipo, che necessariamente devono essere depositati per terra e spesso vengono aperti da animali o extracomunitari affamati (ha avuto un bel coraggio l’Assessora a mostrare cassonetti vuoti e puliti su Facebook o altrove per illustrare la “SUA VERA” Marina di Lesina!); c) La raccolta differenziata non viene effettuata perché si raccoglie tutto insieme; d) Il depuratore della fognatura nera ha seri problemi denunciati dalle stesse Autorità da anni e non si sa se funzioni e come (due giorni fa abbiamo inoltrato alle Autorità, ai media ed ai soci una lettera aperta sul depuratore).

Situazione ambientale e relativa sicurezza a Marina di Lesina — a) Circa 20 giorni fa è caduto l’intero muro in calcestruzzo, semplicemente appoggiato sulla terra e sulle rocce delle pietre nere delle quali era stato fatto scempio anni fa, nell’area adibita a porticciolo delle imbarcazioni; b) Nella stessa area era stato riaperto il PONTE PERICOLANTE, che porta al Lido Diamante, e costruita una strada di accesso in ghiaia. Su questo ponte e sulla strada passavano auto, bici, pedoni ed altro; un lato del ponte ha un guardrail staccato dai supporti e completamente arrugginito (chi scivola va nel sottostante Canale Acquarotta dopo un volo di 10 metri) (dopo la nostra denuncia di Ferragosto il ponte è stato richiuso dopo pochi giorni!); c) In prossimità del ponte, ed in direzione Lido Diamante, c’è un’area, segnalata con rete di plastica rossa, all’interno della quale c’è una GROSSA VORAGINE, formatasi questo inverno, A POCHI CENTIMETRI dalla quale parcheggiano e passano auto e pedoni.

IL TURISMO A MARINA DI LESINA

La Puglia, stando alle dichiarazioni del Presidente degli albergatori a “TG3 Puglia”, ha registrato un aumento di presenze di turisti del 20% rispetto allo scorso anno.

In particolare il grosso aumento si sarebbe registrato nel GARGANO con VIESTE che risulterebbe la località turistica con più presenze della Puglia.

A Marina di Lesina anche nei giorni di Agosto le SPIAGGE sono state quasi vuote, le STRADE deserte ad ogni ora, i SERVIZI DI INTRATTENIMENTO PUBBLICI inesistenti, le STRADE sporche, la PUBBLICA ILLUMINAZIONE inefficiente, i CONDOMINI con luci spente e dappertutto era diffuso un senso di RASSEGNAZIONE, ABBANDONO e TRISTEZZA. Nessuno intende più investire UN EURO a Marina di Lesina! Chi decide di venirci a trascorrere un periodo di vacanze sa che non troverà NEGOZI, SERVIZI TURISTICI, INCARICATI DEL COMUNE, BANCOMAT, DISTRIBUTORE DI BENZINA, ecc.; quello che serve deve essere comprato a LESINA facendo circa 25 km per andare e tornare e sottraendo tempo alla vacanza. Chi ha acquistato un appartamento con grossi sacrifici non riesce neppure a svenderlo in quanto I PREZZI SONO DIVENTATI RIDICOLI; chi svende lo fa solo per NON PAGARE TASSE ED ALTRI COSTOSI BALZELLI.

QUESTA INVECE È MARINA DI LESINA DELL’ASSESSORA GINA PALMIERI

L’Assessora, nelle sue dichiarazioni ed interviste, parla di quanto è stato fatto per Marina di Lesina da quando ha la delega al Turismo nel 2014; in realtà parla di LESINA (dove sono stati fatti investimenti veramente importanti), di Ripalta e di altre iniziative che nulla hanno a che fare con Marina di Lesina (dove non si sono spese NEPPURE LE BRICIOLE di quanto l’Amministrazione Comunale ha incassato dai proprietari), LOCALITÀ MORTA per colpe precise della Pubblica Amministrazione in generale e dell’Amministrazione Comunale di Lesina fin dalla nascita della località. L’Assessora è contenta per i risultati ottenuti e forse mente sapendo di mentire. Con questo atteggiamento non riesce neppure a vedere la gravità della situazione di Marina di Lesina e di conseguenza non potrà operare per una rinascita della località. L’Assessora vede numerose auto al casello di Poggio Imperiale e si illude che quelle auto vengano a Marina di Lesina; purtroppo per lei e per noi queste auto si dirigono in altre località dove i turisti sono un po’ più coccolati e non trattati come MUCCHE DA MUNGERE o, come successo, invitati a cercarsi altre località se non sono contenti. In un articolo di alcuni giorni fa su un giornale locale il PRESIDENTE DELLA LOCALE “PRO LOCO” PROF. ADAMO NIRO smorzava i toni trionfalistici dell’Assessora ricordando, tra l’altroche a Marina di Lesina TUTTI I NEGOZI CHIUDONO A FINE AGOSTO ed il potenziale turista di Settembre non può venire nonostante la bellezza della località. L’Assessora Palmieri, per non smentire la propria visione “OTTIMISTICA” di Marina di Lesina, nella riunione del 26.03.15 del DISTRETTO URBANO DEL TURISMO DI LESINA aveva affermato che c’era il cronoprogramma dei lavori di sistemazione del CANALE ACQUAROTTA (con inizio dei lavori a Settembre 2015) quando il TAR aveva annullato la Gara d’Appalto; infatti attualmente il tutto è nelle mani del Consiglio di Stato la cui prima udienza è fissata a Dicembre di quest’anno. Purtroppo siamo ancora in attesa del Verbale dell’incontro del 26.03.15 di cui sopra, che dovrà riportare i nomi e gli estremi dei MEMBRI DEL GRUPPO DIREZIONALE DEL DISTRETTO. A proposito del Distretto Urbano del Turismo, annunciato in pompa magna, vorremmo sapere se si ha intenzione di renderlo operativo visto che dopo un incontro in Febbraio 2015 ed uno in Marzo 2015 è calato il silenzio ed a distanza di 165 giorni dall’ultimo incontro NON SI SA PIÙ NULLA. All’Assessora si chiede di fornire questi dati sulla base di documenti ufficiali : a) Quantità di rifiuti solidi smaltiti negli ultimi 3 anni; b) Numero di turisti presenti negli ultimi 3 anni;  c)Introiti per il Comune, negli ultimi 3 anni, provenienti dalla Tassa di soggiorno a Marina di Lesina. Se l’Assessora vuole lavorare seriamente prima si faccia dare VERI POTERI dal Sindaco e poi chieda collaborazione a chi ama Marina di Lesina e la terra di PugliaSono ancora molte queste persone, nonostante i tanti schiaffi ricevuti, e molte di queste sono presenti nell’Associazione PRO LESINA MARINA. Se l’Assessora PALMIERI non riesce a fare questo sa bene cosa le resta da fare!

 Marina di Lesina 7.09.15

​                                                             ​ING. ANTONIO PALMA

                                                              Presidente Associazione

                                                               PRO LESINA MARINA

​​     

Altri articoli

Back to top button