Comunicati

UDC: Attentati dinamitardi -garantire livelli di controllo che abbiamo standard minimi di pronto intervento

L’attentato dinamitardo che la scorsa notte ha gravemente danneggiato un noto locale nella centralissima Piazza Aldo Moro, ripropone con forza il tema della sicurezza nella nostra Città.

Non è ammissibile che il coraggio di giovani imprenditori che si mettono in gioco intraprendendo iniziative economiche, sia stroncato, per altro con inaudita violenza, da attività criminali. La speranza bruciata sul nascere è un segnale che non possiamo consentire che passi nella Città, tra i nostri giovani.

La recrudescenza delle attività criminali a ridosso delle festività natalizie è una costante degli ultimi anni, diremmo perfino prevedibile, Dietro queste affermazione si aprono molti, angoscianti  interrogativi.

L’UDC chiede ancora una volta e con rinnovata forza innanzitutto all’Amministrazione comunale di mettere immediatamente in atto, presso le autorità competenti, ogni azione utile al fine di garantire livelli di controllo che abbiamo standard minimi di pronto intervento e, con esso, il rafforzamento degli organici già presenti sul territorio che talvolta, così come riferito dalla famiglia vittima dell’attentato, non possono nemmeno garantire una copertura 24/24 dei turni di vigilanza e pronto intervento.

A tal fine sollecita ancora l’Amministrazione comunale a consentire un pattugliamento notturno della Città da parte della Polizia Locale, almeno in questo periodo natalizio ad altissimo rischio per la serenità degli operatori economici e con essi dei cittadini tutti. Questa è una cosa che si deve assolutamente e immediatamente attuare perché non richiede incontri, vertici e quant’altro con chicchessia se non la determinazione dell’Amministrazione  a farlo. E se il problema è la mancanza di fondi, allora sacrifichiamo altre cose ma diamo attuazione a questa priorità rispetto alla quale la Città e STANCA e si sta lentamente ma inesorabilmente sfibrando!

Abbiamo chiesto al nostro deputato l’On. Angelo Cera, di dare voce perso il Ministero dell’Interno e quello della Giustizia all’emergenza criminale che ci attanaglia al fine di provocare risposte concreto ed utili e al Consigliere Regionale Napoleone Cera, di tenere sempre alta l’attenzione della Regione Puglia sul nostro territorio.

San Severo, mercoledì 7 dicembre 2016

                LA DIREZIONE COMUNALE

Altri articoli

Back to top button