Prima pagina

Attentato Antica Cantina: Solidarietà dal mondo politico e sindacale

Liberi e Forti al fianco de L’Antica Cantina 

La vigliaccheria e il disamore verso la nostra terra sono tornati all’attacco, questa volta non verso il titolare di un’impresa, né verso il proprietario di una azienda, verso un “padrone” …E neanche per appropriarsi di qualcosa, per “rubare” … Questa volta ad essere colpito è il cuore, uno dei cuori di San Severo, l’Antica Cantina, storico esempio di cooperativismo, da quasi 90 anni importante realtà di trasformazione e diffusione di uno dei  prodotti più pregiati del territorio, il vino. 

Liberi e Forti per San Severo esprime la propria riprovazione e condanna verso il vile gesto che tenta di distruggere il lavoro, i sacrifici di centinaia di famiglie, che mira a far cadere nello scoramento i tanti soci e tutti coloro che credono fortemente nelle grandi possibilità che la viticoltura può dare alla nostra terra, che vuole forse togliere qualunque speranza nel futuro.

Esprime solidarietà e vicinanza, ma soprattutto incoraggiamento al presidente e al CdA, a tutti i soci, agli operatori dell’Antica Cantina e assicura il proprio sostegno verso tutte le iniziative dirette verso un concreto aiuto.

 

Direzione Liberi e Forti per San Severo

 

 

L’UDC SAN SEVERO esprime vicinanza all’Antica Cantina

L’atto criminale che questa notte ha colpito l’Antica Cantina Sociale di San Severo non è un qualsiasi atto delinquenziale, bensì un grave affronto all’intera Città.
San Severo, con una economia sempre più precaria che ha nell’agricoltura l’unico punto di forza, non può tollerare atti intimidatori di questo genere, reso ancor più grave dal fatto di colpire una Cooperativa che è l’unico strumento per sottrarre alla barbarie dei mercati il valore del sacrificio fatto. L’UDC di San Severo esprime la propria incondizionata solidarietà ai vertici dell’Antica Cantina, alle maestranze e a tutti i soci, sollecitando le Forze dell’ordine a fare il massimo per affidare, al più presto, alla giustizia gli autori di questo esecrabile gesto criminale.
L’UDC DI SAN SEVERO

 

 

Alpaa Cgil: “Occorre accendere i riflettori sul tema della vigilanza rurale in Capitanata”

“Occorre accendere i riflettori sul tema della vigilanza rurale in Capitanata”. È quanto affermano il presidente regionale Alpaa Puglia, Luigi Antonucci e da  Umberto Porrelli di Alpa Puglia, dopo l’ultimo episodio registrato ai danni dell’Antica Cantina di San Severo a cui i due rappresentanti sindacali hanno espresso la propria solidarietà.

“Siamo in piena campagna vitivinicola e con quella olivicola alle porte – spiega il rappresentante Alpaa, Umberto Porrelli -, un momento delicato che vale la fatica di un intero anno e sempre più produttori vivono nel terrore di subire furti di mezzi e di prodotti agricoli, oltre che danni inestimabili come quello subito dalla Antica Cantina a causa del sabotaggio dei silos aziendali. Su questi episodi e sugli interventi per prevenirli occorre accendere i riflettori, visto che il settore agroalimentare assicura il 40% del reddito della Capitanata. È il momento di agire, di stringerci intorno ai produttori e ai coltivatori affinché il loro lavoro e la ricchezza di questo territorio non venga depauperata per colpa dell’illegalità”.

 

Gigi Marino: Queste viltà al nostro vino, mettono in ginocchio i produttori agricoli di San Severo e Torremaggiore

Quello che è accaduto nella notte risulta essere un vero e proprio attacco al vino dell’Alto Tavoliere, sversati 20000 quintali di vino dai silos della Cooperativa “La Cantina Sociale”  ubicati a pochi metri dal casello autostradale . Un operazione preparata nei minimi dettagli, attentato simile, é stato fatto qualche sera fa alla cantina Padre Pio di Torremaggiore. Una vigliaccata che colpisce i produttori di questa zona e un settore fondante della nostra economia. Questi due attentati al vino mettono a repentaglio i viticoltori dell’Alto Tavoliere e le cantine di questo territorio, preoccupano fortemente gli operatori del settore a cui va la nostra solidarietà. Queste viltà al nostro vino, mettono in ginocchio i produttori agricoli di San Severo e Torremaggiore, la nostra economia e il nostro futuro. Per questo sentiremo il Ministro all’Agricoltura,Teresa Bellanova, la giunta regionale per valutare tutte le iniziative da intraprendere e chiamare le istituzioni locali,nazionali per rispondere alla crisi del settore provocata  da questi veri attentati,  allo stesso tempo invitiamo tutte le forze dell’ordine a promuovere accurate indagini e a prevenire futuri attentati ad altre cantine e aziende.

Il  capogruppo del PD al consiglio comunale 

    Gigi Marino

Attentato all’Antica Cantina, Carla Giuliano (M5S): “Gesto vergognoso che danneggia lavoratori ed economia del territorio”

“Quanto accaduto all’Antica Cantina lascia senza parole. L’atto sconsiderato di ignoti balordi ha inferto un durissimo colpo a un pezzo fondamentale dell’economia del Tavoliere e a tanti lavoratori”.

Lo afferma l’on. Carla Giuliano, parlamentare del M5S di San Severo, in relazione all’attentato che ha colpito l’Antica Cantina di San Severo domenica scorsa.

“esprimiamo la più ferma condanna di questo vile scempio e l’auspicio che gli autori siano al più presto assicurati alla Giustizia. Ai titolari, alla famiglia, ai dipendenti esprimiamo solidarietà e vicinanza”, conclude l’on. Giuliano.

 

 

 La solidarietà di Italia in Comune San Severo all’Antica Cantina oggetto di atto intimidatorio

Esprimiamo la nostra solidarietà ai titolari e ai lavoratori dell’Antica Cantina-Cantina Sociale Cooperativa San Severo per il vile attentato subito nelle scorse ore. Ignoti hanno infatti aperto i bocchettoni di numerosi silos dell’azienda dai quali sono così fuoriusciti migliaia di litri di vino che si sono dispersi nelle campagne circostanti. Un gravissimo danno per un’impresa che, come tante del nostro territorio, produce qualità nel comparto agroalimentare, pilastro imprescindibile della nostra economia locale. Un gesto che non deve restare impunto e per il quale auspichiamo che gli inquirenti riescano rapidamente ad individuare e punire i colpevoli. La legalità, il lavoro, il sacrificio delle tantissime aziende operose di Capitanata devono essere tutelati con azioni costanti che devono coinvolgere tutti i livelli istituzionali, affinché si faccia squadra, si crei quel sistema solido e virtuoso che sia efficace contro la criminalità in ogni sua forma.

Solidarietà di Città Civile ai soci dell’Antica Cantina

Esprimo a nome mio e di tutta Città Civile e, in modo particolare, del suo presidente, Nazario Tricarico, piena solidarietà ai soci della Cantina Sociale – L’Antica Cantina per il grave e turpe atto criminale subito nella scorsa notte quando alcuni ignoti sono entrati scelleratamente nei terreni della stessa e hanno riversato sul terreno il contenuto di alcuni silos, causando danni ingenti e inestimabili.  È esemplare il lavoro svolto sin dal  1933 dai soci che si sono avvicendati e che hanno mostrato come si possa fare “coperativa”, lavorare insieme per un obiettivo comune: valorizzare le eccellenze che il nostro territorio produce e creare occupazione. Il vino di San Severo è unanimemente riconosciuto tra le eccellenze della produzione vinicola italiana ed è ricercato in tutto il mondo, collocandosi ai primi posti nell’economia del territorio.  Famosi, anche per i meno avvezzi ai “dolci piaceri di Bacco” sono i Nobiles dell’Antica Cantina: dal Bombino bianco, il “bon vino”, ai sapori orientali dell’Uva di Troia. Città Civile, nell’esprimere tutta la propria vicinanza ai soci dell’Antica Cantina, riconosce loro la grande lungimiranza che ebbero i fondatori nel comprendere il ruolo fondamentale che rivestono nell’economia locale le cooperative: solo consegnando i frutti del proprio lavoro si fa in modo che il settore primario incontri e abbracci quello della trasformazione e dell’imbottigliamento. Grazie all’unione delle forze e degli intenti, la piccola produzione incontra la grande distribuzione e il raccolto del singolo vitigno non corre il rischio dell’ “arrembaggio” extra-regionale o, addirittura, straniero. La valorizzazione del nostro prodotto passa per una scelta oculata e intelligente dei soci che mettono insieme le proprie risorse affinché ciò che nasce tra i nostri campi possa preservare il nome della nostra terra. Ci uniamo, quindi, alla comune denuncia dei soci dell’Antica Cantina, dell’Amministrazione Comunale e di tutti i cittadini di buona volontà che sperano e lottano ancora perché la  nostra San Severo cresca e porti i suoi dolci frutti in tutto il Mondo e assicuriamo il massimo impegno perché sempre più gli Amministratori possano tenere nella degna e giusta considerazione il lavoro dei concittadini con politiche atte a difendere i prodotti autoctoni e a creare sinergia tra il mondo culturale enogastronomico, quello turistico e quello economico e sociale.

Lidya Colangelo

Consigliere Comunale

 

 

La Cgil di San Severo insieme alla FLAI Cgil Foggia esprime solidarietà

La Cgil di San Severo insieme alla FLAI Cgil Foggia esprime solidarietà nei confronti della cooperativa l’antica cantina e condanna duramente l’evento accaduto nella serata di ieri, dove alcuni malavatosi hanno compiuto un vile gesto che mira a vanificare il lavoro di centinaia di lavoratori che conferiscono le proprie uve all’antica cantina di San Severo, antica cooperativa che riunisce tantissimi agricoltori e aziende locali.
Come sindacato dei lavoratori chiediamo che venga fatta subito chiarezza sui fatti, e vengano condannati i responsabili della vicenda.
Ci auspichiamo che l’amministrazione comunale e le forze dell’ordine intensifichino le loro attività in contrasto alla criminalità locale che come ormai da molto tempo sul nostro territorio reca ulteriormente danno al comparto agricolo, e quindi a tantissimi lavoratori che ogni giorno svolgono un duro lavoro che comporta tantissimi sacrifici.

FLAI Foggia
FLAI San Severo
CGIL San Severo

Altri articoli

Back to top button